Ape volontaria: da oggi è possibile presentare domanda INPS

Ape volontaria: prende il via la fase di presentazione della domanda grazie all’adesione agli accordi INPS da parte della banca Intesa San Paolo e delle imprese di assicurazione Unipol e Allianz. Ecco come fare e novità.

Ape volontaria: da oggi è possibile presentare domanda INPS

L’Ape volontaria prende il volo, grazia alla pubblicazione sul sito dell’INPS del servizio per poter presentare domanda di pensione anticipata a partire dal 12 aprile 2018.

La novità arriva a pochi giorni dalla scadenza per la presentazione dell’istanza di recupero degli arretrati: si è fatta attendere la stipula della convenzione da parte delle banche e delle imprese di assicurazione.

A sbloccare la misura è Intesa San Paolo, prima banca firmataria dell’accordo che aveva causato l’ennesimo stallo dell’Ape volontaria, e delle assicurazioni Unipol e Allianz.

Novità che consente di dare il via alla fase di presentazione della domanda vera e propria per l’accesso all’Ape volontaria, la pensione anticipata a 63 anni e 20 di contributi.

Potranno andare in pensione anticipata i lavoratori dipendenti, autonomi e iscritti alla Gestione Separata che, nel rispetto dei requisiti previsti, avranno ottenuto la certificazione del diritto all’Ape. Con l’anticipo volontario si avrà diritto ad un prestito commisurato e garantito dalla pensione di vecchiaia, erogato dalla banca per 12 mensilità.

Si tratta ad oggi di quasi 7.000 domande accolte, tra cui 5.000 sono relative a lavoratori che potranno richiedere, entro il 18 aprile 2018, i ratei arretrati maturati.

Ape volontaria: da oggi è possibile presentare domanda. Ecco come fare

La domanda di Ape volontaria per l’accesso alla pensione anticipata con 63 anni d’età e almeno 20 di contributi dovrà essere presentata accedendo al servizio online sul sito dell’INPS: si potrà accedere con le credenziali SPID almeno di secondo livello dopo aver ottenuto la certificazione del diritto all’Ape.

La novità è stata illustrata dall’INPS che, con un avviso pubblicato sul proprio portale, ha specificato che la domanda di Ape da inviare a partire da oggi, 12 aprile 2018, comprenderà sia la richiesta di pensione di vecchiaia che la domanda di finanziamento, di assicurazione e l’istanza di accesso al fondo.

All’interno della domanda telematica bisognerà indicare qual è l’istituto finanziatore a cui richiedere il prestito e a quale impresa di assicurazione rivolgersi per la copertura del rischio di morte.

Per gli arretrati domanda entro il 18 aprile 2018

L’avvio della fase di presentazione delle domande è importante soprattutto per quei lavoratori che hanno maturato i requisiti per richiedere l’Ape volontario nel periodo compreso tra il 1° maggio e il 18 ottobre 2017.

Una situazione che riguarda 5.000 dei beneficiari del prestito per l’anticipo pensionistico che hanno ottenuto certificazione del diritto all’Ape da parte dell’INPS: per richiedere gli arretrati maturati si dovrà presentare domanda di accesso entro il 18 aprile 2018.

Dopo la concessione del prestito da parte della banca, dal momento in cui il contratto è reso disponibile online al richiedente decorrono i termini di 14 giorni per esercitare il diritto di recesso.

Per maggiori dettagli ed istruzioni si rimanda alla guida all’Ape volontaria 2018.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su APE Volontaria

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.