Leonardo in difficoltà dopo profit warning di Thales: come operare?

Le quotazioni di Leonardo sono in difficoltà a Piazza Affari oggi a causa del profit warning lanciato da Thales. Graficamente, la barra più importante è quella relativa allo scorso 11 ottobre, vediamo perchè

Leonardo in difficoltà dopo profit warning di Thales: come operare?

Seduta all’insegna dei forti ribassi su Leonardo, che si attesta, al momento della scrittura, a 10,285 euro, in rosso del 2,88% rispetto a ieri.

Le quotazioni della blue chip italiana sono penalizzate dal profit warning di Thales, società francese che produce satelliti tramite Thales Alenia Space, controllata per un terzo dall’ex Finmeccanica (per approfondire).


Leonardo, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Da un punto di vista grafico, i prezzi sembrano aver annullato l’evoluzione positiva avuta nelle ultime due sessioni, in cui era stato formato un modello di Engulfing bullish. A respingere l’avanzata dei compratori, è stata la trendline disegnata con i lows del 15 gennaio e del 13 agosto 2019.

Lo scorso 10 ottobre, le quotazioni erano riuscite a ripartire dalla linea di tendenza ottenuta collegando i minimi del 14 marzo a quelli del 29 maggio 2019, recuperando con vigore la media mobile semplice a 200 giorni.

In questo senso, la candela di estensione dell’11 ottobre è fondamentale in quanto, se venisse ritracciata, permetterebbe ai venditori di incrementare la pressione, portando i prezzi a creare una nuova gamba di ribasso.

Le velleità ribassiste verrebbero meno nel caso in cui i corsi riuscissero a recuperare almeno metà della barra odierna, riportandosi al di sopra del livello statico transitante a 10,355 euro.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Leonardo


Elaborazione Ufficio Studi di Money.it

Fino a che la candela dell’11 ottobre 2019 non verrà ritracciata, restano interessanti le strategie di matrice long. Questo perché il supporto dalla quale i corsi sono ripartiti sembra solido e l’RSI settato a 14 periodi rimane ancora su livelli piuttosto bassi.

In tal senso, un punto di entrata si potrebbe identificare a 10,36 euro, lo stop loss a 9,92 euro e l’obiettivo principale a 10,92 euro. Un target più ambizioso sarebbe localizzato a 11 euro.

Iscriviti alla newsletter Analisi dei Mercati

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.