Bitcoin in compressione di volatilità, nuove vendite imminenti?

La prima criptovaluta per capitalizzazione non riesce a smarcarsi dalla forza del dollaro e risulta sempre più debole con il passare delle sedute. I tempi in cui ogni ribasso veniva prontamente riassorbito sono un ricordo lontano

Bitcoin in compressione di volatilità, nuove vendite imminenti?

Il cambio Btc/Usd nelle ultime sedute è riuscito a prendere respiro, dopo aver creato sul grafico orario una figura di doppio minimo a quota 6.211,1406.


Btc/Usd, grafico orario. Fonte: Bloomberg

La principale valuta virtuale per capitalizzazione non riesce però a smarcarsi dalla forza del biglietto verde: come si nota dal grafico infatti, le ultime cinque candele non sono in grado di uscire dal corpo della barra delle 9:00.

Tale indicazione fa pensare che la fase di debolezza che accompagna le quotazioni da tutto il 2018 sia tutt’altro che finita. A corroborare tale ipotesi è l’incapacità dei corsi di restare al di sopra della linea di tendenza di breve periodo evidenziata nel grafico.

Più in generale, si nota come i prezzi siano imprigionati in una fase lateral-rialzista dallo scorso agosto e come essi siano sempre più compressi e meno volatili. L’ultimo supporto prima di un ritorno verso l’area supportiva di 6.300 dollari è dato dalla media mobile a 50 periodi (in azzurro), transitante a 6.371.


Btc/Usd, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Allargando l’orizzonte temporale di riferimento, osservando a tal proposito un grafico giornaliero, si nota come le quotazioni siano schiacciate al di sotto della loro media a 50 sedute. Tale media risulta il vero e proprio ostacolo che impedisce l’avanzata dei compratori.

Il crollo della volatilità è ben evidenziato dalla progressiva riduzione dei real body delle varie sedute.
Il punto di equilibrio sembra inoltre essere localizzato nell’intorno dei 6.000 dollari che, se violato, porterebbe con buona probabilità ad una forte accelerazione delle vendite.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Btc/Usd


Elaborazione Ufficio Studi di Money.it

Vista la debolezza che accompagna le quotazioni, si potrebbero valutare strategie di matrice short con punto di entrata individuabile a 6.386 dollari.
In tal caso, lo stop loss andrebbe posto a 6.480 dollari, l’obiettivo principale a 6.290 e l’obiettivo finale a 6.250 dollari.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.