Wall Street: i titoli caldi di giovedì 18 ottobre

Il future sull’indice Nasdaq 100 prosegue in flessione dopo la seduta negativa di ieri. Come di consueto l’Ufficio studi di Money.it ha selezionato i titoli più interessanti per l’operatività intraday e multiday

Wall Street: i titoli caldi di giovedì 18 ottobre

Il future sull’indice Nasdaq 100 prosegue in flessione dopo la seduta negativa di ieri. Osservando un grafico intraday si può notare che i corsi si stanno sempre di più avvicinando al livello dinamico che collega i minimi delle recenti candele inside, ora transitante a 7.231 punti. Quest’area dinamica rimane un’ottima area alla quale attendere segnali dalle implicazioni rialziste.

Per un operatività multiday si potrebbe invece attendere il formarsi di segnali long sul grafico daily in corrispondenza del livello di 50% della candela ad ampio range formatasi il 16 ottobre a 7.200 punti. Un’operatività di questo tipo avrebbe come primo target il livello statico precedentemente abbandonato con il sell-off del 10 ottobre a 7.400 punti, mentre un obiettivo più ambizioso a ridosso dei massimi a 7.728 punti, toccati il primo ottobre.

Di seguito una lista dei titoli da monitorare nel corso della giornata selezionati dall’Ufficio studi di Money.it:

  • Booking: il titolo con le ultime tre sedute positive è arrivato a quota 1.850 dollari, a ridosso del livello statico lasciato in eredità dal minimo segnato nella prima parte di settembre. L’impulso rialzista è partito da una candela di indecisione formatasi con la seduta del giorno 11 ottobre e dopo questa si sono verificate più candele a range ridotto a denotare comunque incertezza. La rottura del massimo della candela del 10 ottobre a 1.865,74 fornirebbe un segnale long che avrebbe primo obiettivo a ridosso dell’area statica a 1.995 dollari che ha funzionato come ottimo livello di supporto durante i mesi estivi. In tal caso le forze rialziste dovranno prestare attenzione alla trendline discendente che collega i recenti top con quelli di agosto, ora transitante a 1.982 dollari.
  • Caterpillar Inc: il titolo dai primi giorni di ottobre ha abbandonato i top a 159 dollari per attestarsi a 141,34 dollari con la seduta di ieri, ritornando così all’interno del canale discendente di lungo periodo ormai in essere dai massimi segnati all’inizio dell’anno. Una rottura del recente modello di consolidamento potrebbe riportare le quotazioni al test della parte inferiore del canale a 123,50 dollari. A tal proposito strategie di natura ribassista potrebbero essere implementate alla rottura del minimo a 139,75 dollari segnato con la candela del 12 ottobre.
  • DowDuPont: il titolo continua il suo modello di consolidamento a ridosso del livello statico a 59 dollari per azione, che conta i minimi segnati nei mesi di febbraio e maggio 2017. Data la significatività del livello supportivo, una rottura dell’area di consolidamento a 61,10 dollari, darebbe il via a strategie di natura rialzista con primo obiettivo la trendline ascendente di lungo periodo che collega i minimi di maggio 2017 e i minimi segnati a marzo e ad aprile 2018, ora transitante a 62,70 dollari. Superato questo livello dinamico il titolo avrebbe ulteriore spazio di manovra fino area 65 dollari.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Wall Street

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.