Amplifon fa shopping in Spagna e il titolo decolla

Francesca Caiazzo

24 Luglio 2018 - 11:10

condividi

Il gruppo italiano sborserà poco più di mezzo miliardo di euro per rilevare la multinazionale spagnola Gaes presente anche in Portogallo e in alcuni Paesi dell’America Latina

Performance da urlo stamattina in Borsa per Amplifon il cui titolo, intorno alle 11 di oggi, viaggia a 19,00 euro con un rialzo dell’9,07%. La spinta a Piazza Affari è dovuta probabilmente anche all’annuncio dell’acquisizione della multinazionale spagnola Gaes.

Il gruppo italiano, prima dell’avvio delle negoziazioni, ha infatti comunicato di aver sottoscritto un accordo definitivo per rilevare l’azienda della famiglia Gassò, mettendo sul piatto poco più di mezzo miliardo di euro.

Un’operazione che si inserisce nella strategia di crescita che Amplifon sta portando avanti per consolidare la sua presenza anche a livello internazionale.

L’acquisizione

Amplifon, dunque, ha siglato un accordo definitivo in virtù del quale rileverà la società di Barcellona, leader in Spagna nelle soluzioni per l’udito.

Il valore dell’operazione è di circa 528 milioni di euro, cifra piuttosto considerevole per l’acquisizione all’estero da parte di un’azienda italiana, che sarà garantita attraverso un fianziamento bancario sottoscritto da UniCredit.

Fondata nel 1949, Gaes è presente anche in Portogallo e in diversi Paesi dell’America Latina e rappresenta uno dei maggiori operatori specializzati nel settore retail dell’hearing care al mondo, con circa 600 punti vendita, 500 dei quali in Spagna.

Un matrimonio felice

L’acquisizione rientra in una più ampia strategia di crescita che Amplifon sta mettendo in atto per consolidare ulteriormente la propria leadership a livello mondiale proprio nei mercati chiavi in cui Gaes gioca già un ruolo da protagonista.

Grazie alla combinazione con la multinazionale specializzata nella vendita di soluzioni acustiche, Amplifon estenderà la sua quota di mercato di oltre l’11%.

D’altronde i numeri della multinazionale spagnola sono di tutto rispetto: nel 2017 ha registrato ricavi per circa 210 milioni di euro con ebitda adjusted di circa 30 milioni di euro.

Grazie all’operazione, dal 2021 si prevedono circa circa 20 milioni di euro di sinergie annue a livello di ebitda.

Insomma, un matrimonio felice tra due gruppi che

“condividono valori molto simili, basati sulla centralità del cliente, l’impatto personale e la passione per l’eccellenza, che faciliterà l’integrazione delle persone all’interno di un gruppo leader e creerà interessanti opportunità di carriera sia in Spagna che nel mondo”

ha dichiarato l’amministratore delegato di Gaes, Antonio Gassò.

Amplifon e la strategia di crescita

E con evidente soddisfazione che anche l’ad di Amplifon, Enrico Vita, ha commentato la sigla dell’accordo, definendo l’acquisizione “una pietra miliare nella storia del nostro gruppo”.

Secondo il top manager, l’operazione annunciata poche ore fa

“si inserisce in modo ideale nella nostra strategia di crescita, permettendoci di consolidare la nostra leadership globale e consentendoci di diventare leader di mercato in Spagna, consolidare la nostra posizione in Portogallo, nonché entrare al contempo in America Latina”.

Vita ha anche aggiunto che

“il consolidamento del business ad elevata marginalità e generazione di cassa di Gaes e le opportunità di maggiori economie di scala ci permetteranno di dare ulteriore slancio ai piani di crescita recentemente delineati, creando straordinarie opportunità di ulteriore sviluppo, perseguendo l’eccellenza e l’innovazione nella customer experience e creando valore per gli azionisti”.

Argomenti

# Spagna
# Italia

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.