Anche Amazon sfonda il trilione di dollari, ma potrebbe arrivare anche a due

Amazon sfonda la soglia del miliardo di dollari per pochi minuti. L’inseguimento di Apple continua

Anche Amazon sfonda il trilione di dollari, ma potrebbe arrivare anche a due

Amazon ha sfondato la soglia del trilione di dollari diventando così la seconda società di Wall Street accanto ad Apple a valere mille miliardi.

La conquista della citata soglia è avvenuta ancor più velocemente di quanto già accaduto con Cupertino - Amazon ci ha messo 21 anni, mentre Apple 38.

Il balzo del titolo di Jeff Bezos, però, ha avuto vita breve e la chiusura di sessione ha imposto alla capitalizzazione di mercato di Amazon di scivolare di nuovo sotto la soglia del trilione di dollari.

Amazon vale un trilione di dollari: una sessione infuocata

Le azioni Amazon hanno scambiato in deciso rialzo durante la scorsa sessione, mettendo a segno una progressione di quasi due punti percentuali. Il titolo è balzato sopra i $2.050,27, soglia necessaria al raggiungimento dei mille miliardi di dollari di capitalizzazione.

In chiusura, però, la quotata di Wall Street ha frenato la sua corsa ed è scivolata sui $2.039,51. Di conseguenza il valore di mercato di Amazon è sceso di nuovo su quota $995 miliardi ed Apple è rimasta l’unica a scambiare sopra il trilione di dollari.

Perché Amazon vale così tanto?

Tre parole: diversificazione del portafoglio. Soprattutto nel corso dell’ultimo anno Amazon ha esteso il ramo delle proprie attività fino ad arrivare a lambire i settori più disparati.

“Hanno fornito agli investitori la fiducia necessaria e hanno mostrato di poter andare a conquistare gli altri mercati, esattamente come hanno fatto con il settore retail”,

ha affermato Gene Munster di Loup Ventures.

Eppure gran parte delle conquiste aziendali sono state sostenute dai buoni risultati degli Amazon Web Services e dal comparto Cloud in generale che ha sin da subito riportato buoni risultati a Jeff Bezos.

Verso quota 2 trilioni?

Secondo numerosi osservatori di mercato saranno proprio gli AWS a spingere la capitalizzazione di Amazon sulla soglia dei due trilioni di dollari. A supportare il colosso in tal senso saranno anche altri settori tra cui quello dell’assistenza sanitaria - negli USA il mercato farmaceutico vale circa 450 miliardi di dollari.

Fondamentale risulterà anche l’apporto dell’advertising, un business che secondo i recenti dati pubblicati dalla società vale oggi oltre 2 miliardi di dollari e che pare destinato a crescere ancora. I servizi vocali e AI (come Alexa) continueranno ad essere implementati e migliorati, il che garantirà alla società nuovi introiti.

L’acquisizione degli store di Whole Food finalizzata diversi mesi fa da Amazon ha inoltre chiarito che la società non pare intenzionata a concentrarsi soltanto sulle vendite online. Anche lo sviluppo di un business di retail fisico, insomma, potrebbe aiutare la capitalizzazione di Amazon a sfondare l’imponente soglia dei due trilioni di dollari.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.