Amazon sugli scudi: Jeff Bezos ancora più ricco con il Coronavirus

Jeff Bezos non ha assolutamente risentito del Coronavirus, anzi. La pandemia ha permesso al fondatore di Amazon di consolidare la sua posizione di persona più ricca del pianeta.

Amazon sugli scudi: Jeff Bezos ancora più ricco con il Coronavirus

In un momento di fortissima difficoltà economica per gran parte del mondo, c’è una persona che ha visto la sua ricchezza aumentare di quasi 24 miliardi di dollari.

Guarda caso, si tratta della persona che già ora occupa la prima posizione tra i paperoni globali: Jeff Bezos, il patron di Amazon.

Con il confinamento domestico, e con gran parte delle attività commerciali ferme, il ricorso all’acquisto online rappresenta una scelta piuttosto scontata. Non a caso, negli ultimi giorni, Amazon ha annunciato 75 mila nuove assunzioni, in aggiunta alle 100 mila di un mese fa.

Amazon: Bezos e signora ancora più ricchi

Secondo le rilevazioni di Bloomberg, che elabora il Billionaires Index, Bezos è uno dei pochi miliardari che nella prima parte del 2020 ha registrato un incremento netto della ricchezza detenuta.

In particolare, l’ondata di acquisti che ha fatto, e che promette di fare, da corollario al confinamento sociale ha incrementato la ricchezza detenuta da Bezos di 23,6 miliardi di dollari. Negli ultimi quattro mesi, il dato è cresciuto di circa il 20 punti percentuali a 138 miliardi di dollari.


Fonte: Bloomberg

Saldo decisamente positivo anche per l’ex moglie, MacKenzie Bezos, titolare, dopo il divorzio, del 4% del capitale di Amazon: Bloomberg calcola un incremento della ricchezza di 8,2 a 45,3 miliardi di dollari che hanno portato l’ex moglie del fondatore al 18° posto nella classifica dei super-ricchi di Bloomberg.

Amazon: casi di Coronavirus in 74 magazzini

Dopo il picco messo a segno nel corso del periodo natalizio, le vendite di Amazon non hanno fatto segnare un arretramento, anzi. Secondo le stime, nei primi tre mesi dell’anno hanno segnato un rialzo del 23%.

Il trend sembrerebbe destinato a continuare, visto che il colosso del retail ha fatto sapere di aver già eliminato le restrizioni fissate qualche settimana fa per privilegiare i prodotti essenziali.

L’incremento delle vendite è stato ovviamente accompagnato dalle polemiche poiché, in un momento così delicato, nei soli Stati Uniti in 74 magazzini di Amazon, secondo quanto riportato da Business Insider, sono stati registrati casi di Coronavirus.

Lo scorso 31 marzo, un uomo assunto nel magazzino di Hawthorne, in California, è morto a causa del virus.

Dopo le proteste da parte degli stessi dipendenti e di esponenti politici, la società ha adottato diverse misure per aumentare la sicurezza dei lavoratori, tra cui la consegna di mascherine, la misurazione della temperatura a inizio turno e nuove regole sulle distanze di sicurezza.

Azioni Amazon in rally

L’andamento del business di Amazon è ben sintetizzato dall’andamento delle azioni a Wall Street. Dopo il +1,07% messo a segno ieri, le azioni Amazon.com nel pre-mercato di Wall Street segnano un +1,4%.

Nelle ultime tre sedute le azioni Amazon sono cresciute di oltre 260 dollari agli attuali 2.307,68 dollari. Rispetto a un mese fa, il titolo Amazon segna un +29%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories