Al Fayed, morto il padre di Dodi, fidanzato di Lady Diana: chi era e qual è il suo patrimonio

Luna Luciano

2 Settembre 2023 - 13:20

Si è spento all’età di 94 anni uno dei miliardari più longevi al mondo. Mohamed Al Fayed è morto il 1° settembre a 94. Ecco chi era e quanto ha guadagnato il padre di Dodi, amante di Lady Diana.

Al Fayed, morto il padre di Dodi, fidanzato di Lady Diana: chi era e qual è il suo patrimonio

Si è spento all’età di 94 anni il noto imprenditore egiziano Mohamed Al Fayed, morto il 1° settembre 2023 a Londra. Una morte che quasi con precisione matematica giunge a 26 anni, quasi esatti, da quella di suo figlio Dodi, avuto dalla prima moglie, la saudita Samira Khashoggi, zia del giornalista Jamal Khashoggi ucciso nel 2018 e sulla cui morte ancora si indaga.

Al Fayed era noto per essere uno dei miliardari più longevi al mondo, ed è morto un giorno dopo l’anniversario della morte dell’amato figlio Dodi, il quale perse la vita in un incidente con Lady Diana, il 31 agosto 1997 a Parigi.

Al Fayed è noto per la sua tenacia negli affari e nella vita quotidiana. Non accettando la versione dell’incidente automobilistico, infatti, l’imprenditore ha abbracciato e sostenuto varie teorie cospirazioniste sull’incidente, accusando alcuni membri della famiglia reale del Regno Unito e i servizi segreti di avere avuto un ruolo nella morte del figlio e di Diana.

Alcune di queste teorie le ha portate fino in tribunale, dove però sono sempre state sconfessate. In più occasioni cercò di ottenere la cittadinanza britannica, non riuscendoci. Ma chi era Al Fayed, come ha costruito il suo impero e a quanto ammonta il suo patrimonio? DI seguito tutto quello che c’è da sapere.

Chi era Mohamed Al Fayed: padre di Dodi l’amante di Lady Diana

Figlio di un maestro di scuola, Mohamed al Fayed è nato ad Alessandria d’Egitto nel 1929 e da solo ha saputo costruire un impero, diventando uno dei miliardari più longevi della storia.

Al Fayed aveva cominciato con un’impresa di spedizioni e aveva accresciuto le sue fortune dopo il matrimonio con Samira Khashoggi, sorella di un importante uomo d’affari e mercante d’armi saudita, futura madre di Dodi e zia di Jamal Khashoggi il giornalista ucciso nel 2018.

Nel 1966 era diventato consigliere di uno degli uomini più ricchi del mondo, il sultano del Brunei. Approdò in Gran Bretagna negli anni Settanta, dopo aver costruito un ricco gruppo commerciale in patria e in Medio Oriente. In Europa acquistò prima un’azienda britannica di estrazione mineraria, poi l’hotel Ritz di Parigi, proprio quello in cui alloggiavano Dodi e Lady Diana prima dell’incidente in cui hanno perso la vita. Incidente al quale Al Fayed non ha mai creduto e ha lottato fino alla fine per conoscere la verità sulla morte del figlio e di Lady Diana.

Infatti, fino al 2018, all’ingresso di Harrods, era possibile ammirare la statua di bronzo di Dody e Diana con la scritta “vittime innocenti”, voluta da Al Fayed. L’imprenditore ha sostenuto più di una volta che i due innamorati fossero pronti ad annunciare il loro il fidanzamento al rientro a Londra il 1° settembre 1997, il giorno successivo alla tragedia del 31 agosto. Ancora nel 2017 un amico stretto della famiglia Al Fayed aveva dichiarato al Sun: “Non potrà mai superare la morte del figlio e della principessa, amava entrambi”.

Con il fratello Ali nel 1985 completò l’acquisto del grande centro commerciale di lusso Harrods, nato nel 1834 nel Knightsbridge, che pagarono solo 615 milioni di sterline. Al Fayed divenne famoso in tutto il mondo proprio per la gestione di questo centro commerciale, che poi fu rivenduto per 1,5 miliardi di sterline alla Qatar Investment Authority nel maggio del 2010

Ma Al Fayed si è ritagliato un suo spazio anche all’interno del mondo calcistico. Nel 1997 dopo comprò il club londinese del Fulham, che portò dalla terza serie al massimo campionato inglese. Pagato a solo 6,25 milioni di sterline, ha venduto il club nel 2013 al pakistano naturalizzato statunitense Shahid Khan per una cifra stimata attorno ai 150-200 milioni di dollari.

Negli ultimi 10 anni aveva vissuto una vita piuttosto ritirata, complice anche l’età avanzata, in una villa del Surrey con la seconda moglie di origine finlandese Heini Wathén, da cui aveva avuto quattro figli: Jasmine, Karim, Camilla e Omar.

Quanto ha guadagnato Al Fayed: a quanto ammonta il suo patrimonio

Al Fayed si è contraddistinto fin da giovane per il suo intuito negli affari e lo ha dimostrato ogni volta che si è lanciato in una nuova attività. Dall’azienda di spedizioni in Medio Oriente, alla società britannica di estrazione londinese, fino all’Harrods e il Fulham, ogni scelta e impresa di Al Fayed è stata premiata da un grande successo.

Un successo che gli ha consentito negli anni di costruire un tesoretto niente male. Stando alla classifica del 2022 della rivista Forbes, Al Fayed era il 1512º uomo più ricco del mondo con un patrimonio di 1,9 miliardi di dollari. Un patrimonio che testimonia la lungimiranza dell’imprenditore egiziano e che adesso dovrà essere diviso tra i suoi figli.

Da non perdere su Money.it

Iscriviti a Money.it