Accesso servizi online INPS, delega dal 16 agosto: ecco per chi e come richiederla

Teresa Maddonni

12 Agosto 2021 - 17:41

condividi

Per accedere ai servizi online dell’INPS con l’identità digitale è possibile delegare un’altra persona. La richiesta può essere effettuata dal 16 agosto. Vediamo chi ne ha diritto.

Accesso servizi online INPS, delega dal 16 agosto: ecco per chi e come richiederla

Per l’accesso ai servizi online dell’INPS sarà possibile delegare un’altra persona di fiducia dal prossimo 16 agosto 2021.

A chi sia riservata questa possibilità lo ha illustrato l’Istituto con un comunicato stampa che accompagna la circolare n.127 del 12 agosto specificando anche come richiedere la delega per l’identità digitale.

La delega riguarda l’identità digitale per l’accesso ai servizi online dell’Istituto dal momento che alla data del 30 settembre 2021 i vecchi PIN saranno dismessi completandosi di fatto la fase di transizione iniziata quasi un anno fa per il passaggio al solo SPID (o anche CNS o CIE).

La procedura dà attuazione all’articolo 64, comma 3-bis, del decreto legislativo n. 82/2005.

La delega per l’accesso ai servizi online dell’INPS con l’identità digitale è prevista per i cittadini che siano impossibilitati a effettuare l’accesso in autonomia. Vediamo come ottenerla.

Servizi online INPS, delega dal 16 agosto: come ottenerla

Per accedere ai servizi online dell’INPS dal 16 agosto i cittadini impossibilitati a farlo in autonomia possono delegare un’altra persona.

Come ricorda l’Istituto la delega dell’identità digitale è anche “lo strumento attraverso il quale i tutori, i curatori, gli amministratori di sostegno ed esercenti la potestà genitoriale possono esercitare i diritti dei rispettivi soggetti rappresentati e dei minori.”

La delega per l’identità digitale può essere ottenuta effettuando una richiesta da inviare presso una qualsiasi Struttura territoriale dell’INPS. Occorrerà presentare la seguente documentazione:

  • modulo di richiesta di registrazione della delega dell’identità digitale (mod. AA08 scaricabile dal portale INPS (clicca qui);
  • copia del documento di riconoscimento del delegante;

Una volta inviata la richiesta sarà l’operatore dell’INPS ad accertare l’identità del richiedente e provvederà così alla registrazione della delega.

Il sistema a questo punto potrebbe anche inviare una notifica al delegato e al delegante se presenti i recapiti, quindi mail e/o numero di telefono.

La richiesta della delega per l’accesso ai servizi INPS con l’identità digitale può essere effettuata da persona diversa dal delegante in soli tre casi che illustriamo nella tabella di seguito.

RichiedenteDocumentazione
Tutori, i curatori e gli amministratori di sostegno possono richiedere la delega autocertificando la rappresentanza legale o anche producendo la documentazione per provarla. In caso di autocertificazione, la delega potrà essere registrata solo all’esito delle verifiche di veridicità delle dichiarazioni rese, presso l’Autorità competente Modulo di richiesta di registrazione della delega dell’identità digitale per tutori, curatori, amministratori di sostegno e minori (mod. AA10 scaricabile dal portale www.inps.it); copia del documento di riconoscimento del richiedente; copia del documento di riconoscimento del tutelato; autocertificazione o copia del provvedimento di nomina emesso dal giudice
Esercenti la potestà genitoriale per conto del minore Modulo di richiesta di registrazione della delega dell’identità digitale per tutori, curatori, amministratori di sostegno e minori (mod. AA10 scaricabile dal portale dell’INPS); copia del documento di riconoscimento del richiedente; autocertificazione attestante la potestà genitoriale
Persone allettate per lunga durata, ricoverate o impossibilitate a recarsi presso gli sportelli dell’Istituto a causa di patologie Modulo di richiesta di registrazione della delega dell’identità digitale per impossibilitati a recarsi presso la Struttura territoriale INPS per motivi di salute (mod. AA09 scaricabile dal portale dell’INPS); attestazione sanitaria prodotta da un medico del SSN attestante l’impossibilità del delegante a recarsi presso la Struttura INPS; documento d’identità originale del delegante; copia del documento d’identità del delegato

Ottenuta la delega il delegato può accedere ai servizi online dell’INPS con le proprie credenziali SPID, CIE o CNS e successivamente scegliere se:

  • operare in prima persona;
  • operare per conto del delegante.

Servizi online INPS con delega: durata e limiti

Per l’accesso ai servizi online dell’INPS con la delega esiste una durata che è lo stesso delegante a poter definire. Specifica INPS nella circolare:

“In assenza di una data di fine della validità, la delega è attiva a tempo indeterminato, fermo restando la facoltà del delegante di revocare la delega in qualsiasi momento anche attraverso la propria identità digitale, ad esclusione dei soggetti sotto tutela, curatela, amministrazione di sostegno.”

L’Istituto specifica, nella circolare che alleghiamo di seguito, che esistono anche dei vincoli e delle restrizioni per la delega dell’identità digitale. Nel dettaglio:

  • ogni persona può designare un solo delegato.
  • ogni delegato può essere scelto come tale da non più di cinque persone.

Specifica ancora l’Istituto:

“Il limite delle cinque deleghe non si applica ai tutori, ai curatori e agli amministratori di sostegno.”

Circolare n. 127 del 12 agosto 2021
Dismissione del PIN INPS. Deleghe delle identità digitali dei cittadini impossibilitati all’utilizzo autonomo dei servizi online.

Argomenti

# INPS
# Delega
# SPID

Iscriviti a Money.it