Windows 10 gratis: ultimi giorni per non pagare l’aggiornamento. Data di scadenza e costi

Fiammetta Rubini

14/07/2016

14/07/2016 - 09:22

condividi

L’aggiornamento a Windows 10 diventa a pagamento. Chi potrà aggiornare gratis anche dopo la data di scadenza? Quanto costa Windows 10? Conviene installarlo? Tutte le info utili per i possessori di PC Microsoft.

Windows 10 gratis: ultimi giorni per non pagare l'aggiornamento. Data di scadenza e costi

Windows 10 gratis per sempre e per tutti? Sarebbe bello, e invece, se non volete ritrovarvi a pagare l’aggiornamento del vostro PC a Windows 10, vi conviene affrettarvi e installare la nuova versione.

“Aggiorna a Windows 10”: nessuno si salva dall’avviso sul display del proprio PC fermi a Windows 7 o 8. Se aggiornare non è un obbligo, perché le notifiche del sistema operativo di Microsoft stanno diventando più insistenti? Il motivo è noto ai possessori di PC Windows: si avvicina l’ultima chiamata. Dal 30 luglio, infatti, Windows 10 diventa a pagamento. Chi non avrà fatto per tempo l’aggiornamento all’ultima versione, quindi, dovrà pagare.

Quanto costa Windows 10? Quali sono i requisiti necessari per poter avere l’aggiornamento gratuito anche dopo la data X? Conviene davvero installare Windows 10? Ecco tutto quello che dovete sapere prima di dire addio all’update gratis di Windows.

Aggiornamento Windows 10 a pagamento: data e costi

Questi sono gli ultimi giorni utili per scaricare Windows 10 a costo zero visto che il periodo di gratuità per chi passa da Windows 7 e 8 a Windows 10 sta per scadere. Microsoft ha infatti deciso che dal 30 luglio 2016 l’aggiornamento all’ultima versione del suo sistema operativo diventerà a pagamento. Ciò vuol dire che tra pochi giorni non sarà più possibile aggiornare il software del PC Microsoft senza sborsare un euro, come accaduto finora.

Chi fosse intenzionato ad aggiornare gratis a Windows 10 le versioni 7 o 8.1 partendo da una regolare installazione, quindi, ha tempo fino al 29 luglio per procedere. A partire dal 30 luglio l’aggiornamento a Windows 10 Home costerà 149€, mentre il prezzo di Windows 10 Pro sarà di 279€ per chi non avrà installato la nuova versione prima di questa data.

Aggiornamento Windows 10 dal 30 luglio: chi deve pagarlo

L’update a pagamento interesserà tutti gli utenti che non hanno approfittato del primo anno di rilascio gratuito per installare l’ultima release del sistema operativo di Microsoft.

Come sappiamo Windows ha cercato in tutti i modi di accelerare il percorso di adozione della versione numero 10: dalla strategia della gratuità fino all’innalzamento del livello di priorità dell’aggiornamento a Windows 10 da “facoltativo” a “raccomandato” all’interno della sua piattaforma Windows Update.

La data di scadenza dell’offerta gratuita di Windows 10 non è casuale, perché segna il primo compleanno della nuova versione, quella che è apparsa necessaria dopo lo “scivolone” della casa di Redmond con Windows 8.

Oggi la società fa notare che l’evoluzione ha dato buoni risultati: negli ultimi 5 mesi sono stati fatti più di 300 milioni di update a Windows 10 in tutto il mondo.

Windows 10: come avere l’aggiornamento gratis

Chi è passato a Windows 10 durante il primo anno gratuito ed entro il 29 luglio, quindi, potrà continuare a usarlo senza alcun esborso, godendo delle piene funzionalità e degli aggiornamenti di sicurezza.

L’installazione di Windows 10 non avrà costi aggiuntivi anche per tutti gli utenti che acquisteranno un nuovo notebook o tablet anche dopo il 29 luglio.

Inoltre, Microsoft ha annunciato che il passaggio a Windows 10 rimarrà gratuito anche dopo il termine di scadenza per chi fa uso delle tecnologie di accessibilità, come ad esempio lettori di schermo e tastiera braille per non vedenti.

Qui di seguito il post apparso sul blog ufficiale di Microsoft:

Come avrete sentito, l’aggiornamento gratuito a Windows 10 per utenti che utilizzando Windows 7 o Windows 8.1 scadrà il prossimo 29 Luglio, ma vogliamo chiarire che questa data non sarà applicata agli utenti che utilizzando tecnologie assistive. Stiamo continuando a credere nella nostra visione sull’accessibilità di Windows 10, e vogliamo assicurarci che gli utenti delle tecnologie assistive abbiano l’opportunità di aggiornare a Windows 10 gratuitamente.

Aggiornamento a Windows 10: conviene farlo?

Se non avete ancora effettuato l’aggiornamento a Windows 10 avete ancora tempo per farlo, ma nel caso in cui foste indecisi se procedere oppure no con l’update, potete dare uno sguardo a questo video ufficiale di Windows in cui vengono spiegate le ragioni per cui è meglio aggiornare il proprio PC a Windows 10.

E se non foste ancora del tutto convinti potete leggere anche questo articolo: 7 buoni motivi per installare Windows 10, il nuovo sistema operativo di Microsoft.

Argomenti

# PC

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO