Wall Street: i titoli caldi di mercoledì 26 settembre

L’Ufficio studi di Money.it propone una selezione di titoli USA fra i più interessanti del settore tecnologico e dell’intrattenimento per l’operatività intraday e multiday

Wall Street: i titoli caldi di mercoledì 26 settembre

I contratti futures sui tre principali indici americani rimangono in consolidamento eccetto il future sull’indice Nasdaq 100 che sta al momento disegnando una candela dalle implicazioni ribassiste proprio a ridosso dei massimi segnati lo scorso 21 settembre.

Dal punto di vista operativo la seduta di ieri ha già fornito un segnale rialzista con la Pin Bar che si è formata a seguito di un importante candela rialzista, la quale ha inoltre ultimato il pullback (in maniera piuttosto profonda) della trendline discendente di breve periodo che collega i massimi segnati il 4 settembre e i massimi del 14 settembre scorso.


Mini future Nasdaq 100 con scadenza dicembre 2018, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Se in apertura di Wall Street dovesse verificarsi un calo delle quotazioni, questo potrebbe essere sfruttato per cercare segnali long in linea con la tendenza rialzista. In tal caso la media mobile a 8 periodi e il livello statico a 7.531 punti lasciato in eredità dal massimo del 25 luglio scorso potrebbero essere zone dalle quali implementare strategie di natura rialzista.

Di seguito una lista dei titoli da monitorare nel corso della giornata selezionati dall’Ufficio studi di Money.it:

  • Nvidia - la seduta di ieri ha disegnato un pattern rialzista con una vigorosa apertura in gap up, la rottura dei massimi a 270 dollari potrebbe spingere il titolo verso i recenti massimi segnati a metà settembre.
  • Netflix – il titolo sembra essere arrivato alla fine del triangolo ascendente che si è sviluppato nel corso dell’ultimo mese. Con la seduta di ieri inoltre si è formato un pattern inside proprio in prossimità della cuspide della figura triangolare. Se il breakout rialzista dovesse effettivamente realizzarsi si potrebbero vedere le quotazioni nei pressi dei massimi segnati lo scorso luglio a 420 dollari.
  • Tesla – il titolo è in compressione da ormai 4 sedute consecutive, attenzione: la rottura di modelli di consolidamento (formati da candele doji multiple) solitamente generano una forte volatilità in una direzione o nell’altra e considerando la forte barra rialzista del 19 settembre si privilegia il lato long con obiettivo la chiusura del gap formatosi tra il 16 e il 17 agosto tra i 334 e 326 dollari per azione.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.