Voucher digitalizzazione 2018: elenco imprese ammesse e nuova procedura semplificata

Guendalina Grossi

15 Marzo 2018 - 14:45

condividi

Voucher digitalizzazione PMI: il MISE ha comunicato che è online l’elenco, consultabile per regione, delle imprese ammissibili. Approvata anche una nuova procedura semplificata.

Voucher digitalizzazione PMI: il MISE ha reso noto che il 14 marzo 2018 è stato pubblicato l’atteso elenco delle imprese ammissibili al bonus.

Con il Decreto Direttoriale pubblicato sempre il 14 marzo è stata inoltre modificata la procedura necessaria per l’assegnazione definitiva del voucher e quindi delle agevolazioni previste per le imprese.

Il voucher per la digitalizzazione delle PMI è un’agevolazione per le piccole e medie imprese che prevede l’erogazione di un bonus non superiore a 10.000 euro per l’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

Nell’elenco delle imprese ammissibili al bonus non è indicato l’importo del voucher: questo perché viste le numerose domande presentate e i fondi attualmente disponibili alle aziende verrebbe erogato un importo nettamente inferiore a quello richiesto.

Il MISE ha infatti spiegato che è in corso una verifica per capire se è possibile integrare la copertura finanziaria legata alla misura.

Voucher digitalizzazione PMI: elenco imprese ammesse al bonus

Il 14 marzo 2018 il MISE ha comunicato che è disponibile sul proprio sito l’elenco delle imprese ammesse a beneficiare del bonus previsto per l’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

L’elenco, pubblicato sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico, è stato suddiviso su base regionale.

Come abbiamo precedentemente accennato nell’elenco non sono stati inseriti gli importi dei voucher che spettano alle imprese poiché al momento i fondi a disposizione per l’erogazione del bonus sono limitati.

Il MISE ha spiegato che l’assegnazione delle agevolazioni è subordinata a delle verifiche che dovranno essere effettuate sulle dichiarazioni sostitutive di atto notorio rilasciate dalle imprese in sede di presentazione della domanda.

Solo dopo le suddette verifiche verrà pubblicato l’elenco ufficiale delle imprese che possono beneficiare del bonus.

Le imprese possono sostenere le spese a partire dal 15 marzo 2018.

Voucher digitalizzazione PMI: la procedura semplificata

Con il decreto direttoriale del 14 marzo 2018 il MISE ha modificato la procedura per l’assegnazione definitiva del voucher e quindi delle agevolazioni previste per le imprese.

Nel decreto pubblicato dal MISE, in riferimento all’ultimazione delle spese connesse all’intervento di digitalizzazione, viene spiegato che i pagamenti dei titoli di spesa devono essere effettuati prima della presentazione della richiesta di erogazione delle agevolazioni.

Non solo: viene inoltre stabilito che le variazioni relative alle condizioni di svolgimento del progetto di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico intervenute successivamente alla data di presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni devono essere comunicate al Ministero esclusivamente nell’ambito della richiesta di erogazione del voucher.

Modalità di assegnazione del bonus

Il MISE sempre nel decreto direttoriale pubblicato il 14 marzo 2018 ha spiegato che le imprese presenti nell’elenco dovranno presentare la domanda di erogazione ai fini dell’assegnazione del voucher digitalizzazione solamente in modalità telematica.

Le richieste di erogazione e possono essere presentate a partire dal termine che sarà indicato, entro il 30 marzo 2018, nell’apposita sezione “Voucher digitalizzazione” del sito web del Ministero.

Le imprese unitamente alla domanda dovranno trasmettere la seguente documentazione:

  • documentazione di spesa: i titoli di spesa devono riportare la dicitura: “Spesa di euro ... dichiarata per l’erogazione del Voucher di cui al D.M. 23 settembre 2014.” Per i progetti di spesa agevolati con le risorse di cui all’articolo 2, comma 1, lettera a), la predetta dicitura deve essere integrata con la seguente “Programma operativo nazionale Imprese e competitività 2014-2020”;
  • estratti del conto corrente dal quale risultino i pagamenti connessi alla realizzazione del progetto agevolato;
  • liberatorie sottoscritte dai fornitori dei beni e dei servizi acquisiti, predisposte sulla base dello schema di cui all’allegato n. 4, con l’indicazione per i servizi di consulenza e per quelli di formazione degli ambiti di attività di cui all’articolo 2, comma 2, del decreto 23 settembre 2014 a cui sono riferiti;
  • resoconto sulla realizzazione del progetto.

Si allega di seguito il decreto direttoriale del 14 marzo 2018 pubblicato dal MISE.

Decreto direttoriale del 14 marzo 2018 del MISE
Ecco il decreto del MISE contente le indicazioni sulle modifiche apportate alla procedura per l’erogazione dei voucher digitalizzazione delle PMI

Iscriviti a Money.it