Virus misterioso, migliaia di uccelli morti: si teme nuova epidemia

Martino Grassi

09/07/2021

09/07/2021 - 17:38

condividi

Negli Stati Uniti un misterioso virus sta uccidendo migliaia di uccelli. Gli esperti stanno continuando a monitorare la situazione per scongiurare un possibile salto di specie e una nuova epidemia.

Virus misterioso, migliaia di uccelli morti: si teme nuova epidemia

Un misterioso virus sta uccidendo migliaia di uccelli lungo la costa est degli Stati Uniti. Ancora non è chiaro da cosa sia determinata questa moria, ma gli esperti hanno individuato degli strani sintomi che potrebbero essere collegati ad una nuova forma di influenza aviaria.

I timori adesso, con il Covid che continua a correre in tutto il mondo, è che questo eventuale patogeno possa fare il salto di specie, iniziando ad infettare anche gli umani e dando il via ad una nuova epidemia. Sebbene al momento non ci sia ancora alcuna prova di questa possibilità, gli esperti stanno continuando a monitorare la situazione.

Virus misterioso colpisce gli uccelli: si teme nuova epidemia

Negli Stati Uniti intere frotte di uccelli stanno morendo a causa di virus che gli scienziati non sono ancora riusciti ad indentificare con certezza. L’allerta è nata dopo aver riscontrato dei sintomi neurologici nei volatili, probabilmente collegati ad una nuova forma di influenza aviaria, come occhi gonfi e lacrimosi e movimenti rallentati.

Pare che il virus abbia iniziato a diffondersi dalla fine del mese di maggio, nella zona di Washington, la capitale degli Stati Uniti, per poi estendersi gradualmente nelle aree circostanti. Al momento diversi casi sono stati segnalati anche in Virginia, West Virginia, Maryland e Delaware.

Un veterinario del dipartimento Ricerche sulla fauna selvatica della Virginia ha fatto sapere al Washington Post: Bisogna stare bene attenti a questa patologia perché è già molto diffusa e i suoi effetti si stanno facendo sentire già da parecchio tempo”. Per evitare che questo virus si diffonda ulteriormente le autorità hanno invitato i cittadini a smettere di dare da mangiare agli uccelli almeno fino a quando questa ondata non si sarà arrestata, dato che quando gli uccelli si radunano per nutrirsi potrebbero infettarsi tra di loro.

Ci sono rischi per l’uomo?

Al momento non ci sono ancora delle prove che questa virus possa fare il salto di specie e infettare anche gli umani o altri animali e proprio per questo motivo gli esperti continuano a monitorare la situazione, infatti, come ha precisato Jim Monsma, fondatore del centro recupero animali del City Wildlife di Washington, “non possiamo certamente escludere che questa epidemia possa diffondersi anche tra gli umani.

Dalle autorità arriva anche la raccomandazione di evitare di toccare gli uccelli, soprattutto se presentano i sintomi descritti in precedenza e di contattare i centri veterinari locali nell’eventualità in cui si incontrasse un volatile malato o morto. Nel caso in cui si dovesse toccare un uccello morto arriva il consiglio di farlo con dei guanti di gomma e di gettarlo all’interno di buste di plastica sigillate.

Argomenti

# Virus

Iscriviti a Money.it