Variante Omicron, un milione di nuovi casi entro un mese: la previsione

Alessandro Cipolla

09/12/2021

09/12/2021 - 16:52

condividi

Per il ministro della Salute Sajid Javid nel Regno Unito “potrebbero esserci un milione di casi Omicron entro un mese”. Pfizer: “Con tre dosi di vaccino la variante è stata neutralizzata”.

Variante Omicron, un milione di nuovi casi entro un mese: la previsione

Nel Regno Unito ci potrebbero essere circa un milione di casi Omicron entro un mese”. Parola del ministro della Salute britannico Sajid Javid che ha lanciato l’allarme ai microfoni di Sky News.

Per Javid la variante Omicron “si diffonde molto rapidamente, più velocemente di qualsiasi altra sequenza di Covid che abbiamo visto finora”, tanto che Downing Street ha annunciato nuove misure restrittive per far fronte all’aumento dei contagi.

Sta diventando sempre più chiaro che la variante Omicron si diffonde molto più velocemente della Delta - ha spiegato in diretta televisiva il primo ministro Boris Johnson - la cosa proporzionata e responsabile da fare è passare al Piano B”.

Il pacchetto di misure varato da Johnson prevede il ritorno dello smart working, l’obbligo dell’uso della mascherina al chiuso e l’introduzione del certificato verde per entrare nelle discoteche e nei locali notturni.

Negli ultimi mesi Boris Johnson ha sempre resistito alle pressioni confermando la linea del “tutto aperto” nel Regno Unito, ma adesso anche il primo ministro conservatore si è convinto della necessità di misure restrittive per tenere sotto controllo la situazione sanitaria Oltremanica.

Variante Omicron: l’annuncio di Pfizer

Se nel Regno Unito la nuova variante fa paura, tanto da costringere Johnson ad abiurare la sua linea delle zero restrizioni, i risultati dei test da laboratorio realizzati da Pfizer su Omicron stanno facendo discutere.

Sebbene due dosi del vaccino siano in grado di offrire protezione contro la malattia grave indotta dalla variante Omicron - ha dichiarato l’ad di Pfizer Albert Bourla - è chiaro da questi primi dati che la protezione viene migliorata con una terza dose del nostro vaccino”.

Come riferito dall’Agenzia Bloomberg, stando ai test svolti da Pfizer la variante Omicron del Sars-CoV-2 è stata neutralizzata con la terza dose. Il colosso farmaceutico ha comunque annunciato per marzo un nuovo vaccino “aggiornato” alla variante.

Nonostante l’ottimismo da parte di Pfizer si è detto cauto il nostro ministro della Salute Roberto Speranza, che ospite sul canale Nove ha sottolineato come sia giusto aspettare “il giudizio delle autorità internazionali”.

In un contesto poi dove nei Paesi a medio e basso reddito la gran parte della popolazione non ha fatto la prima dose, la prospettiva che servano tre vaccinazioni per fermare la variante Omicron non è delle migliori.

La speranza degli scienziati è che Omicron si riveli più contagiosa ma meno virulenta, così da poter diventare dominante rendendo il Covid endemico ma con dei sintomi simili a quelli di una influenza.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it