Vaccino italiano ReiThera è efficace: come funziona e quando arriva

Laura Pellegrini

5 Gennaio 2021 - 15:17

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il vaccino italiano contro il Covid prodotto da ReiThera ha superato la fase 1: è sicuro, monodose, non presenta reazioni avverse e garantisce l’immunità nel 92,5% dei casi. Come funziona e quando sarà disponibile?

Vaccino italiano ReiThera è efficace: come funziona e quando arriva

Il vaccino italiano contro il Covid, prodotto da ReiThera, azienda biotech di Castel Romano, alle porte di Roma, ha superato la fase 1 con ottimi risultati, e ora si avvia alla fase 2.

Rispetto ai vaccini di Pfizer e Moderna, la vera novità del farmaco made in Italy riguarda la somministrazione. Il vaccino ReiThera, infatti, è monodose (non richiede una seconda iniezione a distanza di circa un mese) e garantisce l’immunità nel 92,5% dei casi. In questa fase di sperimentazione è risultato sicuro, efficace nel prevenire l’infezione e non ha presentato reazioni allergiche collegate.

Antonella Folgore, presidente ReiThera, ha dichiarato che l’obiettivo è quello di produrre 100 milioni di dosi per un anno. Le cose da sapere su distribuzione del vaccino anti-Covi italiano e funzionamento.

Vaccino italiano ReiThera: come funziona

A poco più di una settimana di distanza dalla somministrazione delle prime dosi di vaccino anti-Covid in Italia, è arrivato l’annuncio del superamento della fase 1 per il vaccino italiano ReiThera. In particolare, durante la presentazione dei risultati delle sperimentazioni iniziate lo scorso 24 agosto, il direttore scientifico dello Spallanzani Giuseppe Ippolito ha spiegato come funziona la somministrazione di questo vaccino.

Rispetto al vaccino Moderna e Pfizer, ReiThera «produce anticorpi neutralizzanti (il picco si osserva a 4 settimane ndr.)» rilevabili nel 92,5% delle persone vaccinate (42 persone su 44 vaccinate) e per vedere i risultati «basta una sola dose».

Nei 28 giorni successivi alle sperimentazioni sull’uomo, inoltre, non sono state rilevate reazioni avverse, se non nel sito di iniezione, ma per tutti si sono risolte senza interventi sanitari o ricoveri ospedalieri. «Sono state 100 le persone screenate e 45 i vaccinati - ha detto Ippolito -. Tutti sono arrivati alla fine per la valutazione della sicurezza».

Antonella Folgore, presidente dell’azienda biotech, ha voluto aggiungere che il vaccino rimane «stabile a una temperatura compresa tra i 2 e gli 8 gradi. Il virus è rivestito dalla proteina Spike e il vettore che utilizza il nostro vaccino è l’adenovirus: il sistema immunitario lo riconoscerà e produrrà anticorpi, uccidendo le cellule infettate».

Vaccino ReiThera: quando arriva in Italia

Dopo la spiegazione su come funziona il vaccino italiano contro il coronavirus, la parola è passata a Folgore. In merito alle tempistiche di produzione, la presidente ha chiarito: «Saremo in grado di produrre 100 milioni di dosi di vaccino ogni anno».

Tuttavia, superata la fase 1 è necessario l’intervento dello Stato per poter procedere. Un intervento che, come ha confermato il Commissario Straordinario per l’emergenza, Domenico Arcuri, è già arrivato.

«A dicembre è stato finanziato il capitale necessario per le fasi successive della sperimentazione del vaccino anti Covid prodotto da ReiThera - ha detto Arcuri -. Il governo entrerà nel capitale dell’azienda per sostenere la Fase 2 e la Fase 3».

L’ipotesi, ha poi concluso Ippolito, è quella di chiudere la fase 3 " entro l’estate ”. In questo modo l’Italia potrebbe raggiungere la piena indipendenza per quanto riguarda la questione dei vaccini.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories