Vaccini over 80, la “classifica” delle Regioni: male Toscana e Lombardia, Lazio virtuoso

Alessandro Cipolla

25/03/2021

06/07/2021 - 17:11

condividi

Tra Governo e Presidenti è polemica sulle vaccinazioni degli over 80: la classifica delle Regioni per le somministrazioni, con Toscana e Lombardia agli ultimi posti per numero di anziani che hanno ricevuto entrambe le dosi.

Il primo scontro tra il nuovo Governo e le Regioni è sul tema della vaccinazione contro il Covid degli over 80. Mario Draghi nel suo intervento al Senato prima del Consiglio Europeo, ha infatti sottolineato come al momento ci siano “importanti differenze regionali, difficili da accettare”.

Mentre alcune Regioni seguono le disposizioni del Ministero della Salute - ha poi rimarcato Draghi - altre trascurano i loro anziani in favore di gruppi che vantano priorità probabilmente in base a qualche loro forza contrattuale”.

Dura è stata la reazione dei Presidenti che non si aspettavano un tale attacco frontale, parlando di “scaricabarile” da parte del Governo visto che le linee guida per il vaccino anti-Covid sono contenute nel piano redatto dal Ministero della Salute.

Sono cambiate per tre volte le età limite su AstraZeneca - si è difeso il Presidente della Liguria Giovanni Toti intervistato da La Stampa - Il piano di vaccinazione è stato lasciato ad uno stadio di poca definizione, che ha consentito a qualcuno di dirigersi dove riteneva più comodo”.

Ma quanti sono gli over 80 che nelle varie Regioni hanno ricevuto il vaccino? In attesa che sul sito della Presidenza del Consiglio vengano pubblicati tutti i dati, al momento si può fare affidamento sui numeri snocciolati dalla Fondazione Gimbe.

Vaccini agli over 80: la classifica delle Regioni

Il Corriere della Sera ha pubblicato una infografica sulla situazione dei vaccini tra gli over 80 nelle varie Regioni. I dati sono quelli elaborati da Gimbe in base ai numeri del Ministero della Salute al 24 marzo. Nel suo calcolo, la Fondazione non ha tenuto conto degli anziani ospiti nelle Rsa che sono stati tra i primi a beneficiare del siero.

vaccini over 80 italia
Fonte Corriere della Sera, elaborazione Gimbe su dati del Ministero della Salute

In Italia al momento il 19,1% degli over 80 ha completato il ciclo vaccinale, con un altro 27,4% che invece ha ricevuto soltanto la prima dose. Nel cronoprogramma del Governo, entro il 31 marzo si dovrebbe completare la vaccinazione di questa categoria, obiettivo difficilmente raggiungibile allo stato delle cose.

Ci sono diverse Regioni infatti in netto ritardo. La maglia nera spetta alla Sardegna dove solo il 5,6% degli over 80 ha ricevuto le due dosi, con la Toscana tirata in ballo da Matteo Salvini che è al 6,1% con un altro 37,7% che invece ha effettuato solo una somministrazione.

Dal centrosinistra invece è arrivato un attacco alla Lombardia, che ha il 15,3% degli over 80 con due dosi e un 30,8% con una sola. Meglio invece Lazio ed Emilia Romagna, con le Province autonome di Bolzano e Trento in testa a questa speciale classifica.

Anche qui la parola d’ordine è di conseguenza “accelerare”, con le Regioni che dopo la strigliata di Mario Draghi pronte a correre anche se il problema rimane sempre lo stesso: se non arriveranno le dosi necessarie, ogni buon proposito sui vaccini sarà vano.

Iscriviti a Money.it