Uefa Conference League 2021/2022: quando si gioca e il montepremi in ballo

Alessandro Cipolla

13 Maggio 2021 - 16:13

condividi

Dalla stagione 2021/2022 prenderà il via la Conference League: come funziona, chi parteciperà e qual è il montepremi della terza Coppa europea della Uefa.

Uefa Conference League 2021/2022: quando si gioca e il montepremi in ballo

La Uefa Conference League sarà la grande novità calcistica della stagione 2021/2022, in attesa che prenda il via a partire dal 2024 la nuova Champions League e archiviata ormai, come pare, l’idea della Superlega.

Nel dettaglio si tratterà del terzo trofeo europeo per club, con una sorta di ritorno a quando durante la settimana si battagliava per la Coppa dei Campioni, la Coppa Uefa e la Coppa delle Coppe.

In totale saranno 32 le squadre a partecipare, per una formula che ricalca quella dell’attuale Champions League con i club divisi in otto gironi da quattro. Per l’Italia è riservato un posto a stagione, ma per qualificarsi alla fase a gruppi si dovrà comunque passare per i playoff.

Anche se l’Europa League passerà da 48 a 32 squadre, per molti critici con la nascita della Conference League c’è il rischio di rendere ancora più intasato un calendario internazionale già di per sé senza respiro.

Il numero uno dell’Uefa Aleksander Ceferin invece non ha dubbi sulla bontà del progetto Conference League, che potrà garantire maggiore visibilità - e guadagno visto il montepremi in palio - a molti club di quei campionati europei considerati “minori”.

Uefa Conference League: quando si gioca e chi partecipa

L’inaugurazione della Uefa Conference League avverrà il prossimo 8 luglio, quando ci sarà l’andata del primo turno di qualificazione. La squadra italiana in corsa scenderà invece in campo il 19 e 26 agosto, con l’accoppiamento dello spareggio che sarà sorteggiato il 2 agosto.

La fase a gironi invece prenderà il via il 16 settembre, di giovedì e in concomitanza con le partite di Europa League. La finale invece è prevista per il 25 maggio alla National Arena di Tirana.

Per quanto riguarda la squadra italiana che prenderà parte alla Conference League, visto che le finaliste di Coppa Italia Juventus e Atalanta sono già sicure del sesto posto in campionato, accederà chi terminerà la stagione al settimo posto.

Attualmente in lotta così ci sarebbero Roma e Sassuolo, ma il procedimento aperto dalla Uefa nei confronti della Juventus per la vicenda Superlega potrebbe cambiare tutto. Se i bianconeri dovessero veramente essere estromessi per due stagioni dalle Coppe, allora la settima classificata andrà in Europa League e l’ottava, in lizza ci sarebbero Sampdoria e Verona, entrerebbe in Conference League.

Il montepremi

Oltre al trofeo e alla gloria, la vincitrice della Conference League conquisterà un posto nella fase a gironi della UEFA Europa League successiva se non si è già qualificata in UEFA Champions League tramite il campionato.

I diritti televisivi della competizione per il triennio 2021-2024 sono stati aggiudicati a Sky, che così potrà garantire ai suoi abbonati la visione di tutte le partite delle tre Coppe europee della Uefa.

Quanto al montepremi ancora non si conoscono nel dettaglio le reali cifre. Al momento la torta complessiva dell’Europa League è di 560 milioni, mentre quella della Champions League è di 1,95 miliardi.

Facile così ipotizzare che il montepremi della Conference League sarà comunque inferiore a quello dell’Europa League: se l’ingresso in questa competizione garantisce una cifra intorno agli 8 milioni, la Roma quest’anno ne ha incassati 15 e il Napoli 10, il nuovo trofeo dovrebbe navigare su cifre inferiori.

Argomenti

# Calcio
# UEFA

Iscriviti a Money.it