UE colloca nuovi bond per il programma Sure

Violetta Silvestri

18 Maggio 2021 - 12:48

condividi

Per finanziare il programma europeo di sostegno all’occupazione, Sure, l’UE ha emesso due nuovi bond: i dettagli.

UE colloca nuovi bond per il programma Sure

L’Unione Europea ha lanciato nuove obbligazioni che potrebbero completare la maggior parte dei finanziamenti per il suo programma Sure destinato ai piani contro la disoccupazione.

Il focus è sul contesto di mercato diventato più difficile, con i rendimenti dei titoli di Stato che hanno raggiunto massimi di mesi lunedì 17 maggio.

Cosa prevede la nuova emissione di debito dell’UE per il piano Sure?

UE : due nuove emissioni per Sure, ma il clima è sfavorevole?

L’UE ha avviato l’emissione di nuove obbligazioni sociali di 8 e 25 anni. Si tratta, nello specifico, di due bond, con scadenza rispettivamente a luglio 2029 e a gennaio 2047.

Alla vendita di titoli a 8 anni è stato assegnato un prezzo di due punti base sotto al midswap, mentre quella a 25 anni è stata contrassegnata a 17 punti base sopra.

Secondo quanto rivela Bloomberg, gli investitori hanno effettuato circa 92 miliardi di euro di ordini per entrambi i nuovi titoli del programma Sure, poco più di un terzo del record stabilito dall’emissione a doppia tranche lo scorso anno.

L’emissione dell’UE di oggi, martedì 18 maggio, è arrivata quando i rendimenti in tutta la regione sono saliti, mentre gli investitori speculano - e temono - sulla riduzione degli acquisti di obbligazioni da parte della BCE di fronte alle crescenti pressioni inflazionistiche.

Quando l’UE ha lanciato i titoli lo scorso anno, l’Europa era ancora saldamente in preda a blocchi; la BCE si era impegnata a pompare denaro nei mercati del debito e la domanda degli investitori per i titoli era enorme. Ora, con la riapertura delle economie e un’accelerazione dei prezzi al consumo, stanno diventando una risorsa meno attraente.

Il clima attuale è stato definito dagli analisti piuttosto impegnativo. Solo nella giornata di lunedì 17 maggio, infatti, si è assistito a una forte svendita di titoli di Stato dell’area dell’euro. I rendimenti obbligazionari italiani, per esempio, sono saliti ai massimi di otto mesi.

Da ricordare, infine, che proprio il finanziamento del programma Sure è vitale per il nostro Paese. L’Italia sarà prima beneficiaria e riceverà oltre 27,4 miliardi, quasi il 28% dei fondi totali.

Argomenti

Iscriviti a Money.it