Trimestrale Prysmian: utile più che triplicato, conferma target 2019

Il gruppo milanese ieri, dopo la chiusura di Piazza Affari, ha pubblicato i conti relativi al primo trimestre 2019. Utile netto a 89 milioni di euro, rispetto i 28 milioni dello stesso periodo del 2018. Questa mattina Prysmian segna la miglior performance tra i titoli del FTSE Mib

Trimestrale Prysmian: utile più che triplicato, conferma target 2019

Prysmian, società milanese specializzata nella produzione di cavi per applicazioni nel settore dell’energia e delle telecomunicazioni, nel tardo pomeriggio di ieri ha pubblicato i conti relativi al primo trimestre 2019.

Trimestrale Prysmian 2019: utile più che triplicato

Nei primi tre mesi dell’anno, la società milanese ha chiuso con un utile netto pari a 89 milioni di euro, più che triplicato rispetto ai 28 milioni di euro dello stesso periodo del 2018.

Anche il fatturato consolidato è risultato in crescita, è infatti aumentato del 47,5% a 2,771 miliardi di euro, con una crescita organica positiva pari all’1,9%, mentre a parità di perimetro, ossia includendo il contributo di General Cable dall’1 gennaio 2018, l’incremento risulta pari all’1,3%.

L’Ebitda è passato da 198 a 231 milioni di euro, mentre l’Ebit adjusted evidenzia un incremento del 42,2% a 155 milioni.

L’indebitamento finanziario netto si attesa a 2,9 miliardi di euro, ma scende a 2,761 miliardi al netto degli impatti legati all’applicazione del nuovo principio contabile Ifrs 16 pari a 139 milioni di euro.

Confermata guidance per il 2019

Per l’intero 2019 Prysmian prevede di realizzare un Ebitda adjusted compreso tra 950 milioni e 1,02 miliardi di euro, in deciso miglioramento rispetto a 768 milioni registrati nel 2018 (che includeva l’effetto negativo di accantonamenti per 165 milioni di euro per il progetto Western Link).

Il gruppo prevede inoltre, per l’esercizio 2019, di generare flussi di cassa per circa 300 milioni (+/-10%). Tale ammontare, spiega la società, è al netto della prevista uscita di cassa di 90 milioni di euro relativa alle attività di ristrutturazione e integrazione.

«Il Gruppo Prysmian prosegue con l’ottimizzazione della propria struttura organizzativa e produttiva con l’obiettivo di conseguire, entro l’esercizio 2021, un livello di sinergie cumulate derivanti dall’integrazione con General Cable pari a 175 milioni di euro (di cui 35 milioni realizzati a fine 2018), in incremento rispetto al precedente target di 150 milioni nel 2022 e con un anno di anticipo», si legge in un comunicato della società milanese.

A Piazza Affari le azioni Prysmian si attestano a 17,09 euro, in progresso del 6,54%.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Borsa Italiana

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.