JP Morgan: trimestrale record, banche in rally

La trimestrale di JP Morgan mette le ali al comparto bancario: a risentirne anche le azioni UniCredit. Tutti i dati

JP Morgan: trimestrale record, banche in rally

La trimestrale di JP Morgan ha rivisto positivamente tutte le attese del mercato.

L’entusiasmo degli investitori non si è tradotto soltanto nella salita del titolo nel pre-market: a risentire positivamente dei risultati del 1° trimestre 2019 è stato anche il comparto bancario italiano e, nello specifico, le azioni UniCredit e quelle UBI Banca.

“Nel primo trimestre del 2019 abbiamo registrato ricavi e utile netto record, una buona performance in ognuna delle nostre principali aziende e in un ambiente più costruttivo”

ha commentato con entusiasmo Jamie Dimon, Presidente e CEO dell’istituto.

La trimestrale di JP Morgan: utile da record

Dalla trimestrale di JP Morgan, pubblicata circa un’ora fa e dunque prima dell’apertura, è emerso un utile netto record da 9,18 miliardi di dollari, corrispondente a un EPS di 2,66 dollari per azione. Il dato è aumentato del 5% e ha rivisto positivamente (dell’1,6%) le attese degli analisti.

“In un contesto di incertezza geopolitica globale, l’economia statunitense continua a crescere, l’occupazione e i salari aumentano, l’inflazione appare moderata, i mercati finanziari sono in salute e la fiducia dei consumatori e delle imprese rimane forte”,

ha aggiunto Dimon.

Ancora secondo la trimestrale di JP Morgan, i ricavi sono balzati da quota 27,91 a quota 29,12 miliardi di dollari. Un risultato che ancora una volta ha sorpreso il mercato, pronto ad osservare un massimo di 28,44 miliardi di dollari.

Il margine di interesse è avanzato del 9% a 14,45 miliardi, ma a scendere sono stati i ricavi da trading (da 6,57 a 5,47 miliardi). Il RoE è salito dal 15% al 16% (sempre su base annua), mentre il Rote ha toccato quota 19%.

La reazione del mercato

I conti del colosso USA hanno permesso all’intero comparto bancario di tirare un sospiro di sollievo. Si pensi soltanto alla Borsa Italiana, dove titoli quali UBI, UniCredit, Banco BPM, Fineco e le altre stanno scambiando con rialzi superiori ai 3 e ai 4 punti percentuali.

Nelle ultime settimane, prima dell’inizio della stagione delle trimestrali, numerosi analisti avevano espresso scetticismo sulla tenuta dei conti dei big del settore. Il motivo? Da ricercare nell’inversione di marcia operata dalla Fed che ha messo in pausa il ciclo di rialzo dei tassi di interesse. L’ottima trimestrale di JP Morgan, però, ha almeno per il momento allontanato i timori degli investitori.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su JP Morgan Chase

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.