Trimestrale Facebook, titolo a -7% nonostante i risultati oltre le aspettative

L’aumento delle spese (+51%) su base annua ha spaventato il mercato, nonostante il buon trimestre registrato da Facebook

Trimestrale Facebook, titolo a -7% nonostante i risultati oltre le aspettative

Crollo delle azioni Facebook dopo che la compagnia ha diffuso i dati relativi al quarto trimestre. Il titolo del social network di Mark Zuckerberg è sceso fino a -7% nelle trattative dell’after-hour nonostante la compagnia abbia battuto tutte le aspettative del mercato. La trimestrale Facebook ha fatto però preoccupare gli investitori per l’aumento esponenziale dei costi registrati nel 2019.

Cosa dice la trimestrale Facebook del 29 gennaio

Facebook aveva chiuso positivamente la giornata a +2,5%, ma subito dopo il rilascio della trimestrale il titolo è crollato attestando perdite intorno a -6,50%.

Nello specifico, la compagnia di Mark Zuckerberg ha riportato risultati migliori rispetto alle previsioni degli analisti di Refinitiv e FactSet:

  • EPS: $2,56 contro $2,53 previsti da Refinitiv;
  • Ricavi: $21.08 miliardi contro $20.89 miliardi previsti da Refinitiv;
  • Utenti quotidiani (DAU, daily active users): 1.66 miliardi contro 1.65 miliardi previsti da FactSet;
  • Utenti mensili (MAU, monthly active users): 2.5 miliardi contro 2.5 miliardi previsti da FactSet;
  • Ricavo medio per utente: $8,52 contro $8,38 previsti da FactSet.

Facebook inoltre ha affermato di avere oltre 2.89 miliardi di utenti mensili sulle sue app (Facebook, Messenger, Instagram e WhatsApp), in crescita rispetto ai 2.8 miliardi del trimestre precedente. La crescita dei ricavi è del 24,7% su base annuale.

Perché il titolo Facebook è crollato dopo la trimestrale

Ma il motivo del crollo delle azioni Facebook non è da ricercare nei dati qui sopra, bensì nella crescita - su base annua - delle spese, su del 51% rispetto al 2018. Nel 2019 costi e spese hanno così raggiunto la cifra di $46.71 miliardi, che ha provocato anche il taglio del margine operativo della compagnia dal 45% nel 2018 al 34% nel 2019.

La società ha avuto parecchie difficoltà nel corso dell’anno per via di diversi scandali relativi alla privacy degli utenti.

Abbiamo avuto un buon quarto e un solido fine anno, mentre la nostra community e la nostra azienda continuano a crescere”, ha detto Zuckerberg, fondatore e CEO di Facebook. “Rimaniamo concentrati a realizzare servizi che aiutano le persone a rimanere connessi a coloro cui tengono”, ha aggiunto in un comunicato.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Facebook, Inc.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.