Il 2020 è stato sicuramente un anno difficile per il settore automobilistico. Questo ovviamente a causa della crisi sanitaria ed economica prodotta dalla pandemia di coronavirus COVID-19. La difficile situazione del mondo dei motori è dimostrata ad esempio da Toyota che nel 2020 ha visto diminuire le vendite di quasi tutta la sua gamma.

Toyota supra è l’unica auto della casa giapponese che nel 2020 ha aumentato le sue vendite

Infatti solo un modello della casa giapponese lo scorso anno ha visto aumentare le sue vendite. Si tratta di Toyota Supra. La nuova generazione di questo modello è stata presentata al Salone dell’Auto di Detroit 2019 e il 2020 doveva essere il suo primo anno completo sul mercato.

In realtà come sappiamo per molti mesi le fabbriche di Toyota sono rimaste chiuse e dunque Toyota Supra non ha registrato il suo primo anno completo di vendite. Nonostante ciò, il tempo in cui il marchio è stato pienamente attivo lo scorso anno è stato più che sufficiente per la gamma di Supra per superare, e anche ampiamente, i risultati di vendita dell’anno precedente.

La sportiva di Toyota ha visto crescere le sue immatricolazioni del 104,1%

La vettura ha registrato un incremento del 104,1 per cento rispetto al 2019. Si tratta di un dato particolarmente sorprendente e che spicca se paragonato a quelli fortemente negativi di tutte le altre auto presenti nella gamma di Toyota e della maggior parte delle vetture vendute dalla concorrenza.

Le vendite totali di Toyota sono diminuite dell’11,9% nel 2020. Si è passati infatti da 2,08 milioni di unità vendute nel 2019 a 1,84 milioni nel 2020. Un dato che rappresenta circa 240.000 unità in meno dell’anno precedente. Si spera ovviamente che il 2021 possa essere un anno migliore per Toyota e che oltra a Supra tornino a crescere anche tutti gli altri modelli presenti nella sua gamma.