Tesoro, domani asta BTp 5 e 10 anni: gli operatori scommettono su nuovi minimi e domanda elevata

Marta Panicucci

28 Maggio 2014 - 18:00

condividi

Domani in programma aste a medio-lungo termine. Gli operatori prevedono nuovi minimi per BTp a 5 e 10 anni. Sale l’attesa per la riunione della Bce di giugno

Tesoro, domani asta BTp 5 e 10 anni: gli operatori scommettono su nuovi minimi e domanda elevata

«Le aste di domani sul medio e lungo termine faranno registrare con ogni probabilità nuovi minimi storici per i BTp a 5 e 10 anni, offerti sul mercato primario» questa l’opinione diffusa tra gli operatori del settore. Tutto il mercato obbligazionario dell’Eurozona è in forte rialzo dopo l’esito delle elezioni europee, e questa situazione secondo gli analisti dovrebbe rimanere invariata almeno fino alla prossima settimana quando si riunirà la Bce per decidere sui tassi di interesse. Tutta la curva dei rendimenti euro, dopo la tornata elettorale, ha subito una traslazione verso il basso, con la parte lunga della curva che ha fatto meglio di quella a breve termine, determinando un sensibile appiattimento nel tratto 5-30 anni.

Aste medio-lungo termine
Il Tesoro ha in programma per domani un’asta di BTp e CcTeu per un valore massimo di 7,5 miliardi di euro.

Radiocor riporta l’opinione degli analisti, secondo i quali «esistono pochi dubbi sul fatto che i BTp a 5 e 10 anni scenderanno sotto i minimi storici segnati ad aprile e pari, rispettivamente all’1,84 e al 3,22%. Oggi sul mercato secondario i BTp benchmark a 5 e 10 anni guadagnano tra i 5 e i 6 punti base rispetto a ieri e rendono, rispettivamente, l’1,65 e il 2,94 per cento».

Gli operatori del settore scommettono anche sul fatto che la domanda di titoli di Stato italiani resterà elevata: «dopo le elezioni europee i bond dei Paesi periferici hanno ripreso a correre e anche i prezzi, molto cari, non sembrano in grado di scoraggiare gli investitori».

Tassi Bce
Questa situazione positiva potrebbe rimanere tale fino alla riunione di giugno della Bce. Dalla banca centrale europea gli operatori si aspettano «nuove misure a sostegno del credito, come il taglio dei tassi, interventi a favore del mercato delle cartolarizzazioni, riduzione del saggio sui depositi presso la Bce. Se questo scenario si dovesse concretizzare il mercato potrebbe prendere ulteriore vigore per spingersi verso nuovi minimi. Al contrario un annuncio di segno diverso potrebbe indurre molti a liquidare le loro posizioni, incassando i guadagni finora accumulati».

Per quanto riguarda la situazione italiana infine, i riflettori sono puntati anche sulle prossime revisioni del rating da parte della agenzie Fitch e S&P.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# Italia
# BTP

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.