Tesla, la Model Y delude gli investitori e il titolo crolla

Delude il nuovo modello e la presentazione di Musk. La Model Y debutta con un calo in Borsa per il titolo Tesla.

Tesla, la Model Y delude gli investitori e il titolo crolla

Tesla Model Y non sortisce l’effetto desiderato. Forse troppo poco innovativo e troppo poco sorprendente. Oppure ha influito l’assenza di sorprese che solitamente ci si aspetta nelle presentazioni dei nuovi modelli Tesla.

Sta di fatto che questa volta a poche ore dal debutto ufficiale del crossover elettrico è crollato il titolo in Borsa. Tesla Motors ha deluso gli investitori tanto che sul Nasdaq di New York il calo è arrivato a sfiorare il 5% prima di riprendere quota.

L’attesa attorno a questo nuovo modello era alta. Del resto Elon Musk ha abituato il suo pubblico a presentazioni piene di sorprese, da annunci come quello del pick-up o vere e propri unveiling inattesi come quello del camion.

Questa volta, invece, la Model Y è arrivata senza lasciare il segno. In effetti era prevedibile visto che lo stesso numero 1 di Tesla ne aveva accennato le caratteristiche pochi giorni prima su Twitter.

Tesla Model Y delude le aspettative

Il nome era noto già da tempo, ultimo elemento della gamma S.3.X.Y., ma anche la tipologia era nota: Musk non ha mai nascosto che l’auto sarebbe stata un crossover più compatto della Model X, costruito sulla base della Model 3.

Il nuovo suv è quindi la versione a ruote alte della berlina compatta, così come Model X lo è della sedan top di gamma. A questi dati già confermati molto tempo fa, non ha contribuito il tweet esplicativo di Musk con cui annunciava prezzo e dimensioni egualmente maggiori del 10% rispetto alla Model 3.

La presentazione non è stata poi costellata da altri unveiling o anticipazioni su prossimi veicoli.

Tesla cala in Borsa

Il nuovo crossover elettrico, disponibile con autonomia oltre i 400 km e con configurazione a sette posti non ha lasciato il segno. La maggior parte degli analisti del settore automotive si sono infatti dichiarati insoddisfatti dal nuovo modello.

Adam Jonas di Morgan Stanley, che solitamente è un sostenitore di Tesla Motors, ha fatto presente che la nuova auto possa cannibalizzare il la Model 3, dal momento che si presenta con dimensioni e prestazioni molto simili. L’unica differenza sarebbe nel maggior spazio e nell’assetto più alto.

Infatti, come sostenuto da Musk, la Model Y condivide con la Model 3 il 75% dei componenti.

Emmaneul Rosner di Deutsche Bank ha invece bocciato l’evento di Tesla perché privo di sorprese. In generale è sembrata una presentazione sottotono che non ha aggiunto nulla al tradizionale storytelling di Musk sulle auto della propria gamma.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Tesla Motors

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.