Dopo che per mesi vi sono state numerose indiscrezioni, Tesla ha finalmente integrato gli aggiornamenti per Model 3 nel suo configuratore. Model 3 rivista viene fornita con dati sull’autonomia migliorati, nuovi cerchi, la nuova console centrale e una serie di altre modifiche minori.

Tesla Model 3 avrà più autonomia

Le nuove modifiche includono le specifiche di autonomia per la Standard Range Plus con motore posteriore. L’autonomia di questa versione di Tesla Model 3 ora è di 430 chilometri invece dei precedenti 409 chilometri.

L’autonomia della Long Range con la grande batteria e due motori elettrici è aumentata di un importo simile, arrivando a 580 chilometri WLTP. La versione ad alte prestazioni ha anche un’autonomia maggiore arrivando a 535 chilometri. In questo caso la differenza di autonomia è di soli cinque chilometri.

Visivamente, i nuovi cerchi ricordano quelli della Model Y. Le modifiche interessano sia i cerchi aerodinamici da 18 pollici, che fanno parte della Standard Range Plus e la Long Range, sia i cerchi sportivi da 19 pollici opzionali e le ruote a turbina da 20 pollici della versione Performance. Inoltre, i precedenti dettagli cromati come gli specchietti retrovisori esterni, la telecamera laterale o i telai dei finestrini sono ora in nero opaco, come sulla Model Y.

Anche l’interno è stato leggermente rielaborato. La finitura nera è stata rimossa e la console centrale ora ha due postazioni di ricarica induttiva per smartphone. Voci di corridoio dicono che anche lo schermo centrale potrebbe essere modificato, si dice che sarà più inclinato verso il guidatore, ma questo non si vede dalle immagini del configuratore. Tutti i modelli Model 3 ora hanno anche un portellone ad apertura elettrica.

In futuro dovrebbe essere aggiunta una nuova pompa di calore

Una pompa di calore non è ancora elencata nel configuratore. A settembre, è stato rivelato che Tesla aveva effettuato un grosso ordine per pompe di calore con un fornitore cinese. Per il momento questo potrebbe interessare solo il Model 3 prodotto in Cina, ma in futuro si dice che la novità potrebbe interessare anche l’Europa. I prezzi invece dovrebbero rimanere gli stessi.