TFA sostegno 2020: prove a rischio a causa del coronavirus?

Teresa Maddonni

27 Febbraio 2020 - 14:26

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Le prove per il TFA sostegno 2020 sono a rischio a causa del coronavirus? Cerchiamo di rispondere a questa domanda per gli aspiranti docenti che vogliono sostenere il concorso.

TFA sostegno 2020: prove a rischio a causa del coronavirus?

Le prove per il TFA sostegno 2020 sono a rischio a causa del coronavirus? Una domanda che molti aspiranti docenti si staranno facendo dal momento che metà Paese è bloccato per affrontare l’emergenza da COVID-19 e le prove sono previste per il 2 e 3 aprile.

Solo ieri è stato approvato il DPCM del 25 febbraio che va a integrare il decreto del 23 n.6 recati «misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19».

Nelle nuove disposizioni ci sono stati chiarimenti sulla chiusura delle scuole, sospensione delle gite scolastiche e chiarendo anche l’obbligo di certificato medico oltre alle misure previste per la didattica a distanza.

Nulla è stato detto circa il TFA sostegno 2020 il cui decreto è stato pubblicato solo una decina di giorni fa e sulle prove che dovranno tenersi fra poco più di un mese.

Cerchiamo di capire se le prove del TFA sostegno 2020, sulla base di quanto sappiamo fino a questo momento, sono a rischio o meno per il coronavirus.

TFA sostegno 2020: prove a rischio?

Le prove del TFA sostegno 2020 potrebbero essere a rischio per l’emergenza da coronavirus che sta attraversando l’Italia, ma al momento nulla di certo si sa, perché nessuna informazione è arrivata ancora dal ministero.

Per ora possiamo quindi dire che le prove previste per il 2 e 3 aprile si faranno, ma anche su questo non si può avere la massima certezza.

Le disposizioni del governo sulla scuola al momento pongono dei limiti che terminano il 15 marzo. Ovviamente questa è una situazione in divenire e la possibilità di effettuare o meno le prove del TFA sostegno 2020 fra poco più di un mese potrebbe essere determinata da quanto si riuscirà a contenere e limitare il contagio da coronavirus.

Abbiamo visto che la sindaca di Roma Virginia Raggi ha sospeso i concorsi pubblici nella Capitale previsti in questa settimana, ma non sappiamo quanto durerà il blocco.

L’obiettivo è quello di limitare al massimo gli spostamenti e gli assembramenti di persone dal momento che moltissimi sarebbero arrivati a Roma da tutte le parti di Italia e in gran numero. Inoltre sarebbero arrivate molte persone anche dalle regioni del Nord dove si sono verificati i contagi.

Le prove del TFA sostegno 2020 saranno organizzate dalle singole università che mettono a disposizione i posti per il V ciclo di specializzazione.

A Roma sono sette le università che organizzano le prove che vedono arrivare persone da tutta Italia e lo stesso riguarda per le altre regioni.

Se non si dovesse rientrare dall’emergenza coronavirus nelle prossime settimane o se i contagi dovessero espandersi in tutto il Paese si potrebbe decidere per il rinvio o per misure particolari.

Ribadiamo che al momento sono solo ipotesi e che informazioni sulle prove del TFA sostegno 2020 si attendono dal Miur.

Non solo TFA sostegno 2020: prove Invalsi rimandate?

Non solo le prove per il TFA sostegno preoccupano il mondo della scuola e chi vuole entrarvi, ma anche le prove Invalsi che gli studenti devono affrontare, specie coloro che sosterranno la Maturità 2020. Le prove si dovrebbero tenere, per le classi quinte di tutte le scuole tra il 2 e il 31 marzo.

Al momento le scuole sono chiuse fino al 1° marzo (giorno più giorno meno per alcune) e poi bisognerà decidere se prolungare o meno.

Dal momento che sono le scuole a decidere le date in cui fare le prove queste potrebbero eventualmente orientarsi per la scelta del periodo che va oltre la prima metà di marzo così da permettere agli studenti di riprendersi dal periodo di fermo, anche se è prevista al momento la didattica a distanza.

Lo svolgimento o meno delle prove invalsi sarà determinato dalle tempistiche per il rientro a scuola. Al momento non si hanno indicazioni certe in merito, come anche per il TFA sostegno 2020.

Quello che possiamo dire è che sicuramente, come ha rassicurato la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, gli studenti non perderanno l’anno scolastico.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories