Arrivano buone notizie dagli Stati Uniti per i marchi dell’ex gruppo Fiat Chrysler Automobiles che adesso fanno parte di Stellantis. Infatti nelle scorse ore sono stati comunicati i dati di vendita relativi al primo trimestre del 2021 che si è appena concluso.

Stellantis: i marchi americani del gruppo vedono aumentare le proprie vendite in USA nel primo trimestre 2021

Si tratta di dati positivi per i marchi che fanno parte di Stellantis. Gli ex brand di Fiat Chrysler Automobiles hanno visto aumentare le proprie vendite nel primo trimestre del 2021 in USA rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

La crescita complessiva è stata del 5 per cento rispetto al 2020. Infatti fino ad ora nel 2021 le immatricolazioni sono state 469.651 rispetto alle 446.768 dello scorso anno.

Se si guarda alle sole vendite al dettaglio, la crescita dei marchi di Stellantis è stata addirittura del 25 per cento rispetto allo scorso anno.

Entrando nello specifico notiamo che Jeep nel primo trimestre dell’anno ha visto aumentare le sue vendite dell’8 per cento. Queste infatti sono state esattamente 197.545 unità contro le 182.670 del 2020. Ancora una volta Wrangler è uno dei modelli più venduti da Jeep con una crescita del 25 per cento rispetto allo scorso anno.

Bene Jeep, Ram e Chrysler, male invece Dodge

Molto bene anche Ram che con 162.920 immatricolazioni ha visto aumentare le sue vendite del 16 per cento rispetto allo scorso anno quando invece le consegne di auto erano state esattamente 140.486.

Anche Chrysler nonostante l’esigua gamma di auto presenti ormai sul mercato ha visto crescere le sue vendite. Infatti il marchio americano per eccellenza del gruppo Stellantis con 39.737 unità ha visto aumentare del 32% le sue consegne.

Tra i marchi americani di Stellantis in controtendenza Dodge che a differenza degli altri brand statunitensi del gruppo ha visto diminuire le sue vendite nel primo trimestre del 2021 facendo registrare -28 per cento con 63.988 unità immatricolate. Infine segnaliamo che i due marchi italiani di Stellantis Fiat e Alfa Romeo hanno ottenuto risultati diametralmente opposti.

Destini opposti per Fiat e Alfa Romeo

Il marchio di Torino ha visto diminuire ancora una volta le sue vendite del 28% rispetto allo scorso anno a fronte dell’immatricolazione di appena 815 unità. Viceversa Alfa Romeo vede le sue vendite in USA in crescita. La casa automobilistica del Biscione ha registrato una crescita del 25 per cento nel primo trimestre del 2021 con la consegna di 4.646 unità.