Stati Uniti, 1 milione di casi Covid in un giorno: cosa sta succedendo?

Alessandro Cipolla

4 Gennaio 2022 - 12:59

condividi

Negli Stati Uniti record di contagi Covid: più di 1 milione di casi in 24 ore a causa della variante Omicron, con oltre 100.000 persone ricoverate in netto aumento rispetto alla scorsa settimana.

Stati Uniti, 1 milione di casi Covid in un giorno: cosa sta succedendo?

La variante Omicron travolge anche gli Stati Uniti, con il bollettino Covid del 3 gennaio che parla di oltre 1 milioni di nuovi casi di positività e 1.643 morti. I dati dei contagi però potrebbero essere sottostimati.

I media americani infatti riferiscono che molti cittadini nelle ultime settimane si sono affidati ai test fai da te, evitando poi in alcuni casi di riferire alle autorità sanitarie i risultati. Il numero reale dei positivi di conseguenza negli Stati Uniti potrebbe essere ancora più alto.

Se pensiamo che la scorsa settimana con 590.000 casi in 24 ore negli USA è stato raggiunto un picco mai toccato prima, in pochi giorni ogni record è stato frantumato con le previsioni di chi immaginava vette di 1 milioni di casi al giorno che sono state rispettate.

In meno di un mese Omicron è diventata dominante anche negli Stati Uniti, visto che uno studio ha evidenziato come Oltreoceano la nuova variante fosse poco prima di Natale già al 70%, provocando poi terminate le Feste questa forte impennata di contagi.

Omicron senza freni negli Stati Uniti

Dopo i record che sono stati frantumati in Europa, vedi i picchi in Francia, Italia e Regno Unito, la variante Omicron ha fatto aumentare i contagi in maniera esponenziale anche negli USA.

L’impennata dei nuovi casi ha provocato un aumento anche delle persone attualmente ricoverate negli Stati Uniti: ben 103.000 con la soglia psicologica dei 100.000 che è stata di nuovo superata come non avveniva da quattro mesi.

Per quanto riguarda i decessi la variante Omicron non sembrerebbe aver prodotto grossi scossoni, con la media dell’ultima settimana (1.300 morti al giorno) che è simile a quella del periodo pre-natalizio (1.200).

Considerando che i contagiati impiegano giorni prima di sviluppare una forma grave del Covid, nelle prossime ore si capirà se questo picco di casi porterà negli Stati Uniti anche a una impennata dei ricoveri.

Questo mese di gennaio di conseguenza sarà fondamentale per valutare la reale pericolosità di Omicron: tra gli scienziati filtra un cauto ottimismo, ma in attesa di dati più completi e approfonditi l’OMS ha invitato i Paesi a non abbassare la guardia visto che, nonostante la minor virulenza, la maggiore contagiosità della nuova variante potrebbe portare comunque a un forte aumento dei ricoveri.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it