Spray nasale anti-Covid, al via la sperimentazione sull’uomo: come funziona

Martino Grassi

16 Maggio 2021 - 10:58

condividi

È iniziata la sperimentazione di uno spray nasale anti-Covid in grado di proteggere le persone che non possono o non vogliono vaccinarsi. Ecco come funziona.

Spray nasale anti-Covid, al via la sperimentazione sull'uomo: come funziona

Nella lotta contro il coronavirus potremmo contare su un’arma in più, si tratta di un promettente spray nasale anti-Covid sviluppato da un gruppo di scienziati italiani di un’azienda italo-svizzera, la Apr Applied Pharma Research s.a.

L’obiettivo di questo nuovo ritrovato sarà quello di proteggere le persone che non possono o non vogliono somministrarsi il vaccino. Il Ceo dell’azienda, Paola Galfetti, spiega infatti che secondo le stime, circa il 20-30% della popolazione europea non riceverà l’antidoto contro il Covid-19, o perché ancora esitante o a causa di condizioni mediche che non lo permettono.

Spray nasale anti-Covid, al via la sperimentazione sull’uomo

È iniziata la sperimentazione anche sull’uomo del nuovo spray nasale anti-Covid. La ricerca è stata “avviata all’Irccs ospedale San Martino di Genova”, e se “andrà a buon fine a fine anno avremo lo spray in commercio, spiega ancora Galfetti. Il Ceo dell’azienda spiega che l’obiettivo di questo spray, oltre a quello di aiutare chi non ha ricevuto il vaccino, è quello di fornire un nuovo dispositivo medico per un settore in cui non si hanno ancora certezze scientifiche assolute.

Al momento infatti non è possibile sapere con assoluta certezza quanto durerà effettivamente l’immunità offerta dal vaccino contro il Covid-19. Proprio per questo motivo avere uno spray efficace potrebbe essere un alleato in più che si unisce alla lotta contro il virus. Al momento i dati preliminari delineano una situazione molto ottimistica, sia sulla riuscita dello spray che sulla sua efficacia contro le varianti. Attualmente non ci sono ancora certezze, ma nel prossimo futuro questo spray potrebbe essere efficace anche contro altri virus respiratori:

“La storia ci ha insegnato che i virus respiratori sono temibili. Dobbiamo essere pronti e avere strumenti, oltre alle terapie e ai vaccini, per contrastarli”.

Come funziona lo spray nasale anti-Covid?

Per la sperimentazione dello spray nasale anti-Covid è partito l’arruolamento dei 57 volontari positivi al tampone e con sintomi lievi. Il prodotto dovrà essere inalato in entrambe le narici per 3-5 volte al giorno, e dovrebbe ridurre la carica virale nelle alte vie respiratorie, offrendo un maggiore prevenzione di sintomi più gravi e una riduzione della contagiosità.

I risultati dovrebbero essere disponibili entro 4 mesi, e nel caso in cui diano esito positivo lo spray potrebbe entrare in commercio già dalla fine dell’anno. Il preparato è una soluzione acquosa di lavaggio che contiene acido ipocloroso allo 0,005%, una sostanza antimicrobica prodotta anche dalle cellule del nostro sistema immunitario resa inalabile da una particolare tecnologia sviluppata dall’azienda.

Iscriviti a Money.it