Sondaggi politici: fiducia nei leader nazionali. M5S, Di Battista preferito a Di Maio

Dopo cinque mesi, ecco com’è cambiata la fiducia degli italiani nei leader politici. Gli elettori del Movimento 5 Stelle preferiscono Di Battista a Di Maio.

Sondaggi politici: fiducia nei leader nazionali. M5S, Di Battista preferito a Di Maio

Prendendo in considerazione la stessa lista dei leader politici, dai sondaggi politici Index per Piazzapulita del primo ottobre 2020, si evince che il Premier Conte è sempre colui in cui gli italiani ripongono la maggiore fiducia. In questa speciale classifica, salta all’occhio che l’unico leader a perdere terreno è Matteo Salvini. Gli elettori del M5S sembrano orientati a un cambiamento di rotta: nella scelta del futuro leader, Di Battista primeggia e Patuanelli è preferito a Di Maio.

Sondaggi politici: fiducia nei leader

Abbiamo confrontato i dati Index dell’1 ottobre 2020, relativi all’indice di gradimento degli italiani nei leader politici, con quelli indicati nei sondaggi del medesimo istituto, risalenti al 7 maggio.

Dopo circa cinque mesi, il presidente del consiglio Giuseppe Conte rimane in testa con il 42% dei consensi, facendo registrare un rialzo di due punti. Anche la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, guadagna due punti e si porta al 35%. Letteralmente un passo indietro per Matteo Salvini, il capo della Lega è stimato al 29%, in calo di un punto.

Ottimo balzo in avanti da parte del segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti, che passa dal 23% al 27%. Stessa sorte per Silvio Berlusconi, il fondatore di Forza Italia cresce di quattro punti e sale al 20%. Ad ottenere il maggiore aumento di consensi è il ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio, che passa dal 14% al 19%, raggiungendo Carlo Calenda, leader di Azione, che cresce di due punti. Anche Matteo Renzi può considerarsi soddisfatto, la fiducia nel leader di Italia Viva passa dall’11% al 15%.

E’ alquanto strano, notare che in cinque mesi tutti i leader politici (gli otto indicati dai sondaggi Index) hanno fatto registrare un rialzo nei consensi, anche se di entità diversa. Non può sfuggire il fatto che, l’unico a perdere gradimento sia Salvini.

Il leader dei Cinquestelle

I sondaggi politici Index del primo ottobre 2020, hanno chiesto agli elettori del Movimento 5 Stelle quale leader vorrebbero.

Alessandro Di Battista è stato il più votato con il 23,9%, Stefano Patuanelli lo segue con il 19,1%, solo al terzo posto Luigi Di Maio con il 18,4%. Paola Taverna con il 16,8% occupa il quarto posto, seguita da Roberto Fico al 12,4%. Non sa o non risponde il 9,4%.

Di Battista è il leader preferito, nonostante sia fuori dalla politica attiva da 2/3 anni. In una fase che appare molto critica per il Movimento 5 Stelle, culminata con un’ennesima batosta alle elezioni regionali, ci si sta confrontando e riunendo per decidere quale sarà la linea politica da seguire, e soprattutto chi mettere a capo del Movimento.

Le critiche più severe sono arrivate proprio da Di Battista, che ha parlato di sonora sconfitta alle regionali ma anche di un’emorragia di voti dopo il successo delle Politiche 2018. Diba non approva l’alleanza PD-M5S, che per nessuna ragione deve essere portata avanti anche nel territorio, anche se afferma che non è il momento di andare a nuove elezioni nazionali, avallando l’accordo di governo del Conte bis.

E’ stato Di Battista a chiedere un cambiamento dei vertici nei cinquestelle, e il sondaggio Index ha evidenziato che la base potrebbe essere pronta per un suo ritorno, anche se non si tratta di percentuali bulgare.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories