Sindacati infermieri, sanità: quali sono? Elenco e informazioni

Francesco Scarpari

23 Giugno 2017 - 12:30

condividi

Sindacati infermieri: quali sono? Ecco un elenco per le professioni infermieristiche con le informazioni più importanti per la categoria e per il settore della sanità.

Sindacati infermieri, sanità: quali sono? Elenco e informazioni

I sindacati per infermieri sono molti e alcuni di loro possono rappresentare molte professioni nel settore della sanità. Proviamo a fornire un elenco di quali sono i sindacati più importanti per le professioni infermieristiche. Nell’articolo cercheremo di mostrare le caratteristiche e le particolarità per ogni sigla.

Per gli infermieri infatti i sindacati a cui iscriversi possono essere le confederazioni più grandi (Cgil, Cisl, Uil), ognuna della quali ha le proprie rappresentanze per il settore sanità pubblica e privata. Ma esistono anche realtà che si rivolgono ai professionisti della categoria infermieristica in particolare e che vantano platee di iscritti molto ampie.

Ecco un elenco dei principali sindacati per infermieri, per chi si chiede quali sono le associazioni a tutela dei lavoratori delle professioni infermieristiche.

Sindacati infermieri: quali sono?

Anche nel settore della sanità i sindacati confederali maggiori sono presenti con le proprie associazioni. Quali sono le federazioni dei sindacati che si rivolgono alla sanità e alla professione degli infermieri?

La Cgil lo fa con la federazione Cgil Fp (Funzione Pubblica), che comprende i vari settori della pubblica amministrazione e della sanità privata. Discorso simile anche per la Cisl Fp, che coordina varie realtà per infermieri e non. La Uil Fpl (Federazioni Poteri Locali) è il sindacato per infermieri e sanità della sigla confederale.

Nell’elenco dei sindacati per infermieri è presente anche la Fials: la Federazione Italiana Autonoma Lavoratori Sanità. Con oltre 15 contratti nazionali firmati, l’associazione è nata nel 1972 e ha raccolto molti insoddisfatti della politica dei sindacati confederali. Riunisce insieme infermieri sia del pubblico che del privato e nel 1988 firma il suo primo CNL.

Nell’ambito della sanità è presente inoltre anche l’Unione Sindacale di Base (Usb), ricompresa all’interno della federazione sul pubblico impiego. Nell’elenco dei settori tutelati dall’Ugl (Unione Generale del Lavoro) figura anche la sanità, permettendo così al sindacato di porsi in relazione anche con le esigenze degli infermieri.

Sindacati infermieri: associazioni per la professione infermieristica

Oltre ai sindacati che rappresentano il settore della sanità e le varie categorie al proprio interno, esistono anche associazioni che si rivolgono specificamente alle esigenze e ai bisogni degli infermieri.

All’interno della Fsi (Federazione Sindacati Indipendenti) è nata nel 2009 il Coordinamento Nazionale Infermieri (Cni-Fsi). L’organizzazione è attiva sin dal 1993 e nel 1994 ha partecipato alla prima contrattazione. Nel 2001 ha raggiunto lo stato di federazione attuale. Il Cni ha l’obiettivo di portare la voce degli infermieri, nel rispetto del principio della rappresentanza e della specificità di ogni categoria di lavoratori nel settore della sanità.

La NurSind è infatti un’associazione di categoria per gli infermieri. Fondato nel 1998 e aderente alla Cgu-Confsal, è un sindacato esclusivamente per le professioni infermieristiche. I suoi candidati sono infermieri e nel 2012 ha avuto accesso ai tavoli di contrattazione nazionale.

NursingUp è anch’esso un sindacato per infermieri. La sua tutela è rivolta infatti ai professionisti sanitari della funzione infermieristica, indipendentemente dal ruolo ricoperto. Il sindacato Nursing Up è presente in varie strutture e realtà come ospedali e cliniche pubbliche e private, RSA e case per anziani. Ha rappresentanza anche per infermieri liberi professionisti. Si propone sia come sindacato, sia come ente per aggiornamento e perfezionamento per le professioni infermieristiche.

Argomenti

Iscriviti a Money.it