Uscire dal comune per fare sport, correre e camminare: quando si può e sanzioni

Si può uscire dal comune di residenza per fare attività fisica, passeggiate, jogging e altri allenamenti individuali? Le regole in vigore fino al 3 dicembre.

Uscire dal comune per fare sport, correre e camminare: quando si può e sanzioni

Uscire dal comune di residenza non è più possibile nelle regioni comprese nella zona arancione e rossa, dove il rischio di contrarre il virus è più alto. E lo sport non fa eccezione.

Chi vuole mantenersi in forma con corsa, camminata veloce e altri esercizi, deve restare all’interno dei confini comunali, se abita nella zona arancione, mentre nella zona rossa ci sono regole ancor più severe: si può fare jogging al parco ma per le passeggiate a passo svelto non ci si può allontanare dalla propria abitazione. Più fortunato chi vive nella zona gialla, dove ci si può muovere liberamente e senza autocertificazione.

Le regole per l’attività fisica e motoria per ciascuna zona.

Posso uscire dal comune per correre/camminare nella zona rossa?

Nelle regioni dell’area rossa è vietato uscire di casa se non per motivi di salute, lavoro e urgenza. Si può fare sport ma con delle regole: chi fa jogging può andare al parco, in campagna o in montagna senza uscire dal comune di residenza; invece chi passeggia a passo svelto deve restare “in prossimità della propria abitazione”, come recita testualmente l’ultimo DPCM. Sempre vietato fare sport durante il coprifuoco dalle 22.00 alle 5 del mattino.

Si può uscire dal comune solo per motivi di urgenza e con modulo di autocertificazione altrimenti si rischia la multa da 400 a 1000 euro.

Uscire dal comune per fare sport nella zona arancione

Anche nelle regioni della zona arancione non si può uscire dal comune per fare jogging, passeggiate e attività motoria di ogni genere in forma individuale. Chi vuole fare sport deve restare entro i confini del comune di residenza/domicilio abituale.

Però, a differenza della zona rossa, in quella arancione si può passeggiare anche lontano dalla propria abitazione, rispettando la distanza di sicurezza di almeno un metro e l’obbligo di mascherina. In nessun caso si può fare sport nelle ore del coprifuoco nazionale dalle 22 alle 5 del mattino.

Nella zona gialla nessun limite all’attività fisica/motoria lontano da casa

Chi vive nelle regioni a basso rischio della zona gialla ha maggiore libertà di movimento e può uscire dal comune di residenza per fare attività fisica o semplici passeggiate. Non serve avere con sé il modulo di autocertificazione per gli spostamenti. Unico limite è il divieto di uscire - anche per fare sport - nel coprifuoco, se non per motivi di salute, lavoro e casi urgenti.

L’importante è che l’attività sportiva (come nelle altre zone) sia svolta in forma individuale, all’aperto e con la mascherina, obbligatoria durante la camminata ma non per la corsa.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories