Si possono stendere i panni in balcone?

Stendere i panni in balcone è consentito? Se no, cosa si rischia? Ecco cosa dicono la legge e le regole di condominio.

Si possono stendere i panni in balcone?

Si possono stendere i panni in balcone? Cosa si rischia?

La risposata a questa domanda è tutt’altro che scontata, infatti non esiste una risposta univoca: per stabile se stendere i panni in balcone sia consentito oppure no bisogna innanzitutto leggere il regolamento di condominio.

Se il regolamento lo vieta, i condomini non possono assolutamente stendere i panni in balcone, sia per evitare gli sgocciolamenti in strada o nel balcone sottostante, sia per preservare il decoro urbano.

Tuttavia, può accadere che il regolamento di condominio non dica nulla a riguardo, in tal caso la legge non vieta in assoluto di stendere i panni in balcone purché non si arrechi un disturbo eccessivo ai vicini di casa.

Vediamo come bisogna comportarsi e in quali casi è lecito stendere i panni in balcone. In ogni caso, consigliamo sempre di fare appello al buonsenso.

Si possono stendere i panni in balcone: il regolamento di condominio

In genere, spetta ai regolamenti condominiali stabilire se sia concesso o meno stendere i panni sul balcone. Le ragioni del divieto sono quasi sempre le stesse: evitare fastidiosi sgocciolamenti, e quindi liti con il condomino al piano di sotto, preservare il decoro dello stabile (soprattutto se si trova in centro storico).

Naturalmente, se il regolamento di condominio vieta questa pratica, i condomini devono attenersi, pena la diffida da parte dei vicini o dell’amministratore di condominio.

Tuttavia, può anche accadere che il regolamento di condominio taccia su questo argomento oppure che permetta di stendere i panni in balcone in determinate ore del giorno.

Stendere i panni in balcone, che fare se il regolamento di condominio non dice nulla?

Cosa succede se il regolamento di condominio non dice nulla sui panni stesi in balcone? In questo caso bisogna rispettare il buonsenso e le norme per il quieto vivere: stendere i panni in balcone è concesso, ma solo se non si reca disturbo ai vicini, nella fattispecie a chi abita al piano di sotto.

Anche la Corte di Cassazione si è espressa sull’argomento (sentenza n. 14547 del 2014) stabilendo che, ove manchi il divieto espresso, è possibile stendere i panni in balcone purché siano ben «strizzati» e quindi non gocciolino.

Tra l’altro, se la condotta si reitera nel tempo e lo sgocciolamento diventa abituale, si rischia una denuncia per “getto di cose pericolose o atte a imbrattare o molestare”, ex articolo 674 del Codice penale.

E cosa succede se l’acqua gocciola dalle piante?

Lo stesso principio vale anche per chi annaffia le piante in balcone, anche qui, infatti, si rischia di bagnare la strada o il balcone sottostante. Per questa ragione, chi annaffia piante e fiori sul proprio balcone deve prestare la massima attenzione, in questo caso le multe possono arrivare fino a 100 euro.

Vietato stendere i panni sul bancone a Roma: il Regolamento della Capitale

Come abbiamo visto, dove manca una specifica previsione di legge, intervengono o i regolamenti di condominio, oppure, come nel caso di Roma, il regolamento della Polizia municipale.

Da quest’anno sono in vigore regole molto severe: è vietato stendere i panni sul balcone in tutta la Capitale, e non solo nel centro storico questo per evitare lo sgocciolamento sulle strade pubbliche o sui balconi dei vicini di casa. Inoltre, senza dubbio, i balconi senza panni stesi rendono la città più bella e ordinata.

Chi viene colto con i panni stessi in balcone rischia una multa fino a 100 euro. Insomma, la municipale di Roma non scherza affatto, e prevede pesanti sanzioni anche per chi si siede lungo la scalinata di Trinità dei Monti: Roma, vietato sedersi sulla scalinata di Trinità dei Monti: fino a 400 euro di multa

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Condominio

Argomenti:

Condominio

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.