Scenario 4, quattro Regioni ci sono già: ecco quali sono

Con l’indice Rt nazionale a 1,7, la maggior parte del territorio italiano è ancora nello scenario 3. Quattro Regioni, però, sono ormai già nella fase di rischio successiva

Scenario 4, quattro Regioni ci sono già: ecco quali sono

Lo Scenario 4 è ormai vicino. Nella parte centrale del mese di ottobre l’indice di trasmissibilità Rt italiano raggiunge quota 1,7. E questo senza contare l’ulteriore aumento dei contagi avvenuto nelle ultime 48 ore (nel bollettino giornaliero si parla di oltre 31.000 nelle ultime 24 ore).

Indice Rt Italia a 1,7

Mentre la maggior parte del territorio italiano è ancora al terzo livello di gravità, alcune Regioni sono ormai pienamente nella fase in cui sarebbe difficile, se non impossibile, tornare indietro con le attuali misure restrittive.

Per questo si parla sempre più insistentemente del secondo lockdown in Italia, con un nuovo Dpcm che potrebbe arrivare la settimana prossima. A meno che non si decida per un confinamento selettivo. In tal caso, sarebbero le 4 Regioni più una provincia autonoma che hanno un indice Rt maggiore di 1,5 a subire prima di altre un lockdown. Vediamo quali sono.

Le Regioni da scenario 4 secondo l’ISS

Nel monitoraggio settimanale sulla situazione epidemiologica, svolto dall’ISS e dal Ministero della Salute, è emerso che l’indice Rt medio in Italia, nel periodo che va dall’8 al 21 ottobre, è salito a 1,70. Oggi dovrebbe già essere più alto, dato che in quella settimana si registravano, in media, soltanto una decina di migliaia di nuovi casi al giorno. Oggi sono tre volte tanti.

Il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro, in conferenza stampa, ha affermato che l’epidemia in Italia è in “rapido peggioramento”, sottolineando l’esistenza di “criticità importanti”.

Le Regioni a rischio elevato (con un indice Rt vicino o superiore a 1,5) sono ormai 11, e quattro di loro sono già nello scenario 4. Si tratta di Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Calabria, più la Provincia autonoma di Bolzano. Particolarmente preoccupante la situazione in Lombardia, che oggi ha registrato quasi 9.000 nuovi casi in 24 ore.

Molte Regioni hanno già istituito misure più restrittive rispetto a quelle nazionali. Per le limitazioni alle attività, lo ricordiamo, le amministrazioni tengono tuttavia in considerazione anche altri fattori oltre all’indice di trasmissibilità, come il numero di posti in terapia intensiva ancora disponibili.

Di seguito la classifica delle Regioni per indice Rt:

  • Lombardia: Rt 2.01
  • Molise: Rt 2.1
  • Piemonte: Rt 1.99
  • PA Bolzano: Rt 1.92
  • Calabria: Rt 1.84
  • Emilia Romagna: Rt 1.6
  • Pa Trento: Rt 1.56
  • Friuli Venezia Giulia: Rt 1.47
  • Puglia: Rt 1.47
  • Veneto: 1.47
  • Lazio: Rt 1.43
  • Sicilia: Rt 1.38
  • Liguria: Rt 1.35
  • Marche: Rt 1.35
  • Campania: Rt 1.29
  • Toscana: Rt 1.19
  • Abruzzo: Rt 1.13
  • Sardegna: Rt 1.04
  • Basilicata: Rt 0.83

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

2104 voti

VOTA ORA