San Marino sceglie lo Sputnik V: arrivate le prime dosi del vaccino russo

Alessandro Cipolla

23/02/2021

26/03/2021 - 09:58

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Dopo aver stretto un accordo con la Russia, a San Marino sono arrivate le prime 7.500 dosi del vaccino Sputnik V in attesa che si sblocchi la fornitura prevista dall’Italia.

San Marino sceglie lo Sputnik V: arrivate le prime dosi del vaccino russo

Svolta a San Marino sul fronte dei vaccini anti-Covid. Visto il ritardo delle forniture previste dall’Italia, la piccola Repubblica ha deciso di fare da sé stringendo un accordo con la Russia per la fornitura dello Sputnik V.

Dopo neanche 24 ore dalla stretta di mano con il Russian Direct Investment Fund, l’organismo preposto per trattare in materia di vaccini con il Cremlino, sul Titano a tempo di record sono già arrivate le prime 7.500 dosi del vaccino russo subito portate presso l’ospedale di Stato.

L’autorizzazione da parte del Governo per l’uso dello Sputnik V all’interno del territorio – era stato comunicato in una nota – consentirà alla Repubblica di ricevere già nei prossimi giorni le prime dosi, alle quali seguirà una seconda consegna per la somministrazione della dose di richiamo entro un mese”.

San Marino così è il trentesimo Paese al mondo a utilizzare lo Sputnik V che finora sembrerebbe dare ottimi risultati, ma questo non vorrà dire che la Repubblica farà a meno degli accordi stipulati con l’Italia per l’invio dei vaccini approvati dall’Ema.

La scelta dello Sputnik non c’entra con la geopolitica, ma è mera esigenza - hanno sottolineato dal Titano - La volontà italiana di supportare in questo percorso è assodata e certa: le complessità sopraggiunte sono di natura tecnica, che hanno solo allungato i tempi”.

Al momento infatti a San Marino non è stata vaccinata ancora alcuna persona visti i ritardi nelle forniture dall’Italia a causa dei rallentamenti delle case farmaceutiche. Da qui la scelta di stringere un accordo con la Russia, che ha subito inviato un lotto del proprio vaccino permettendo così al piccolo Paese di iniziare la sua campagna.

Argomenti

# Russia

Iscriviti alla newsletter