Salvini ammette: “Sì, ho votato la salva-Benetton”

Intervenuto ad Agorà, Matteo Salvini ha ammesso di aver votato il “salva-Benetton” attaccando poi chi ha governato per non aver però vigilato.

Salvini ammette: “Sì, ho votato la salva-Benetton”

Passato il giorno di lutto nazionale e i funerali di Genova delle vittime del crollo del ponte Morandi, si riaccende la polemica politica sulla sciagura che ha sconvolto il capoluogo ligure provocando 43 morti.

Il tema è sempre quello della concessione ad Autostrade per l’Italia, con il ministro Matteo Salvini che ha risposto agli attacchi del Partito Democratico ammettendo di aver votato il “salva-Benetton”, puntando però il dito contro chi poi negli anni non avrebbe vigilato quando era al governo.

Salvini e la “salva-Benetton”

Dopo il giorno del silenzio e del dolore riesplode lo scontro politico sul disastro di Genova. Dopo aver a lungo incassato nei giorni scorsi le frecciate dell’attuale maggioranza, il Partito Democratico (fischiato durante i funerali) passa al contrattacco mettendo nel mirino Matteo Salvini.

Debora Serracchiani e Matteo Orfini, due big del PD, hanno infatti via Twitter incalzato il ministro dell’Interno ricordando come nel 2008 (governo Berlusconi) votò a favore del cosiddetto “salva-Benetton”, un decreto che di fatto attribuì ad Autostrade per l’Italia delle concessioni molto vantaggiose.

Un attacco diretto al quale Matteo Salvini ha risposto dopo poche ore, intervenendo all’interno della trasmissione Agorà di Rai Tre dove ha ammesso di aver votato a favore del decreto nei confronti del quale invece il Partito Democratico si espresse compatto contro.

Da parte di chi ha governato per anni e anni e ha firmato e verificato le concessioni - ha continuato poi il leader della Lega durante il suo intervento - un buon silenzio sarebbe opportuno”.

Autostrade nazionalizzate?

Quanto alla proposta del ministro delle Infrastrutture, il pentastellato Danilo Toninelli, di nazionalizzare le autostrade, Salvini ha attaccato di nuovo i Benetton: “Nazionalizzazione? Guardando i bilanci, rispondo di sì. Io non sono pro e contro Autostrade o Benetton. Non sono contro i privati, ma in questo caso il privato ha fatto un disastro. Quello che faremo noi sarà dettato non da voglia di vendetta ma di giustizia”.

I tempi comunque su una eventuale revoca non saranno imminenti, con il leader della Lega che ha spiegato come “essendo noi un Paese civile, ci sarà spazio per la controparte, per spiegare cosa ha fatto, cosa non ha fatto, per giustificarsi”. Il percorso quindi per il ministro dovrebbe durare alcune settimane.

Mentre la commissione ministeriale è a lavoro per accertare le cause della tragedia, si sta muovendo anche la Procura, i partiti tornano a rimpallarsi le responsabilità politiche nei confronti di una concessione ad Autostrade per l’Italia che rimane sempre in bilico, anche se pure nella maggioranza sono sempre più quelli che parlano dei Benetton che dovrebbero ricostruire subito il ponte e mettere, in maniera importante, mano al portafoglio.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Matteo Salvini

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.