Rivalutazione pensioni 2015: l’INPS pubblica le fasce di reddito e gli importi per il 2014 e il 2015

Vittoria Patanè

15/01/2015

18/09/2015 - 14:38

condividi

Pensione 2015: con la circolare dello scorso 9 gennaio, l’INPS pubblica gli importi, le fasce di reddito e le modalità di calcolo per la rivalutazione definitiva 2014 e per la rivalutazione provvisoria 2015. Ecco le istruzioni

Rivalutazione pensioni 2015: l'INPS pubblica le fasce di reddito e gli importi per il 2014 e il 2015

Con la circolare n.1 del 9 gennaio 2015, l’INPS pubblica le decisioni relative alla rivalutazione delle pensioni. Il documento illustra l’indicizzazione definitiva 2014 e quella provvisoria (in base all’inflazione stimata) 2015 ed espone i calcoli da effettuare in base quanto stabilito dalla Legge.

L’indicizzazione totale viene riconosciuta alle pensioni fino a tre volte il minimo. Tutti gli altri vedranno scendere le quote con l’aumento dell’assegno previdenziale.

Rivalutazione pensioni 2014
Per quanto riguarda le rivalutazioni relative al 2014 l’INPS stabilisce le seguente percentuali:
- Perequazione al 100%: pensione fino a 3 volte il minimo;
- Perequazione al 95%: pensione tra tre e 4 volte il minimo;
- Perequazione 75%: pensione tra 4 e 5 volte il minimo;
- Perequazione 50%: pensione tra 5 e 6 volte il minimo,
- Perequazione 40%: pensione oltre 6 volte il minimo.

Le percentuali sopra indicate sono soggette all’indice di rivalutazione definitivo 2014 che è stato fissato per i trattamenti fino a tre volte il minimo all’1,1%. Quello provvisorio era all’1,2%, quindi le pensioni perdono un decimale di punto.

Ecco la tabella riassuntiva:

Rivalutazione pensioni 2015
Per il 2015, gli indici di rivalutazione delle pensioni si equivalgono per tutti gli scaglioni di reddito (vale a dire: 100%, 95%, 75% e 50%). Cambia invece l’indice relativo ai i trattamenti superiori a sei volte il minimo, che salgono al 45%. La perequazione automatica in base all’inflazione programmata prevede per il 2015 un aumento dello 0,3%.

Ecco la tabella riassuntiva:

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

Iscriviti a Money.it