Riporto di Borsa: cos’è e come funziona

Dopo aver analizzato su alcuni degli strumenti del mercato monetario, ora ci si concentrerà su cos’è e come funziona il cosiddetto riporto di Borsa

Riporto di Borsa: cos'è e come funziona

Tra gli strumenti del mercato monetario, oltre ai certificati di deposito, le polizze di credito commerciale, la commercial paper, e le accettazioni bancarie, vi è anche il riporto di Borsa.

Esso è il contratto mediante il quale il riportato trasferisce al riportatore un certo numero di titoli impegnandosi a riacquistarli a una scadenza convenuta, allo stesso prezzo più interesse convenuti.

Il riporto di Borsa quindi consente agli speculatori rialzisti di poter rinviare di un mese i loro impegni a pagare i titoli acquistati, in attesa che si realizzi un rialzo dei corsi. Infatti, grazie al riporto di Borsa il soggetto differisce una vendita di titoli, se alla scadenza prevista il loro andamento non rientra nelle previsioni sperate.

Riporto di Borsa: come funziona

Se con il riporto di Borsa le speranze del soggetto non si avverano e lo speculatore è ancora convinto che il prezzo dei titoli possa salire, egli può cedere temporaneamente i titoli a una banca in cambio del denaro necessario per il pagamento degli stessi.

Cedendoli temporaneamente, lo speculatore rialzista rimane proprietario dei titoli, che li riceverà indietro dalla banca a fine periodo, solitamente un mese, al prezzo precedentemente pattuito con la banca stessa. In questo modo, può prolungare la propria posizione rialzista e continuare a beneficiare dell’eventuale rialzo sperato del prezzo dei titoli.

Invece, gli operatori che prendono titoli utilizzando il riporto di Borsa sono speculatori al ribasso. Infatti, un operatore ribassista vende a termine titoli allo scoperto, in previsione di poterli comprare a un prezzo inferiore, prima della scadenza del contratto.

Anche in questo caso, se le aspettative dei mercati dell’operatore ribassista, che si affida al riporto di Borsa, siano disattese, esso può decidere di mantenere la sua posizione prendendo a riporto i titoli di cui ha bisogno e saldando le posizioni in scadenza.

A termine del riporto, se le condizioni di mercato permettono di ottenere un guadagno, lo speculatore acquisterà sul mercato i titoli da consegnare lucrando la differenza tra il ricavato della vendita a termine e il costo di acquisto dei titoli compreso il prezzo del riporto.

Va ricordato che i titoli oggetti del contratto di riporto in Borsa sono le azioni, le obbligazioni convertibili e i warrant quotati o negoziati in mercati regolamentati.

Iscriviti alla newsletter Formazione Finanziaria per ricevere le news su Riporto di Borsa

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \