Riforma pensioni, quale sarà il futuro della Quota 100?

Stefania Manservigi

24/05/2020

12/04/2021 - 17:10

condividi

A causa della crisi aperta dal Coronavirus in Italia a rischiare sul fronte delle pensioni è la Quota 100: quali sono le prospettive per la misura di pensione anticipata?

Riforma pensioni, quale sarà il futuro della Quota 100?

La crisi che ha colpito l’Italia a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al diffondersi del Coronavirus ha fatto in modo che il tema delle pensioni sia stato momentaneamente tolto tra le priorità nell’agenda politica.

A preoccupare, infatti, è il mondo del lavoro con le imprese che faticano a riprendersi dopo la fine del lockdown e con il rischio, sempre più concreto, che i posti di lavoro a rischio siano 3 milioni.

Tuttavia, sul fronte previdenziale, sono molte le persone che aspettano risposte.

C’è infatti chi, grazie alla Quota 100, ha visto sempre più vicino il raggiungimento della pensione anticipata ma ora teme per il futuro della misura stessa.

Cosa succederà alla Quota 100, la cui validità scadrà a dicembre 2021?

Quota 100: misura di pensione anticipata a rischio

Ricordiamo infatti che la Quota 100 è la misura di natura sperimentale che consente a chi è in possesso dei requisiti richiesti di poter andare in pensione anticipata al raggiungimento dei 62 anni di età e dei 38 anni di contributi versati.

Tuttavia la misura, non essendo strutturale, prevede una scadenza attualmente fissata a dicembre 2021.

Se prima della crisi che ha colpito l’Italia non c’erano particolari preoccupazioni per il rinnovo della misura ora, a causa dei problemi che il Governo si troverà ad affrontare nei prossimi mesi, la proroga della stessa non è così scontata.

Molto probabilmente, infatti, il Governo dovrà effettuare tagli in diversi settori per poter investire sul mondo del lavoro e, a quel punto, a farne le spese potrebbe essere proprio il ramo previdenziale.

Futuro di Quota 100: possibile un compromesso?

Poco prima della pandemia, d’altronde, era stato avviato un tavolo di confronto tra sindacati e Governo proprio per discutere sul futuro della Quota 100. Discussione, questa, che risulta ora rimandata a data da definirsi.

Prevedere quale sarà il futuro di Quota 100 non è al momento possibile: la cosa quasi sicura, tuttavia, è che sarà difficile che il Governo possa confermare la misura garantendo le stesse condizioni attuali.

L’ipotesi più probabile, dunque, è quella secondo la quale verrà trovato un compromesso tra quanto previsto dalla Quota 100 e quanto disposto dalla Legge Fornero.

A tal proposito il Governo potrebbe optare per la soluzione di adottare, per chi accederà alla misura di pensione anticipata Quota 100, il sistema di calcolo contributivo (come succede attualmente per Opzione donna).

Soluzione, questa, che non incontrerebbe il favore dei sindacati. Non resta dunque che attendere.

Iscriviti a Money.it