Nuovo richiamo per BMW. La casa automobilistica bavarese nelle scorse ore ha annunciato il futuro richiamo di veicoli per problemi con il radiatore per il ricircolo dei gas di scarico (EGR). A quanto pare questo problema nei casi più gravi potrebbe anche causare un incendio.

BMW amplia il suo richiamo per rischio di incendio ad altri 145.000 veicoli

Alcuni veicoli sono già stati in officina come parte della campagna di richiamo in corso dal 2018 e ora devono andarci di nuovo: la Federal Motor Transport Authority presume che un totale di 500.000 veicoli di quasi tutte le serie di modelli siano ora interessati nella sola Germania. Si tratta infatti di un ampliamento del richiamo che già è stato lanciato nel 2018 e che fino ad ora ha coinvolto oltre 1,5 milioni di auto in tutto il mondo.

Coinvolti fino ad ora oltre 1,5 milioni di auto in tutto il mondo

Secondo BMW, il glicole può fuoriuscire dal dispositivo di raffreddamento del ricircolo dei gas di scarico (EGR) nei veicoli diesel. Questo in combinazione con i tipici depositi di fuliggine e le temperature solitamente elevate nel modulo EGR, può portare a particelle incandescenti che potrebbero causare una fusione nel collettore di aspirazione, che in casi estremi può portare a un incendio.

BMW non ha ancora annunciato in modo specifico quante auto saranno richiamate e in quali paesi. Il problema tecnico ha avuto origine in Corea del Sud, paese in cui il locale Ministero dei Trasporti aveva temporaneamente messo fuori servizio 106.000 auto.

Per iniziare i bavaresi stanno richiamando altri 145.000 veicoli di quasi tutte le serie di modelli. BMW ha pubblicato quattro nuovi codici di richiamo per questo scopo: 0011860500, 001187050, 0011880500 e 0011890500.