Ordinanza Regione Lazio: regole di Zingaretti sulle riaperture

Nel Lazio il presidente Nicola Zingaretti ha disposto un’ordinanza con cui far ripartire la regione. Ecco cosa potrà riaprire e cosa sarà consentito fare.

Ordinanza Regione Lazio: regole di Zingaretti sulle riaperture

Via libera alle riaperture a Roma e nel Lazio dal 18 maggio: il presidente di Regione Nicola Zingaretti ha emanato un’ordinanza con cui consente e regola la ripresa di attività commerciali e produttive e permette lo svolgimento di molte attività finora vietate.

La Regione Lazio si è sempre dichiarata favorevole alle riaperture previste nella Fase 2, garantendo la sicurezza e la tutela dei cittadini. Proprio per questo motivo ha reso disponibili una serie di misure e linee guida, contenute nell’ordinanza numero 46 del 16 maggio 2020, che consentono una ripresa a basso rischio nella regione. L’ordinanza resterà in vigore per due settimane.

Ordinanza Lazio: cosa riapre dal 18 maggio

A partire dal 18 maggio la Regione Lazio ha predisposto la riapertura di numerose attività tra cui:

  • tutti i negozi di vendita al dettaglio aventi sede fissa, tra cui anche i centri commerciali e gli outlet;
  • mercati e chioschi sulle aree pubbliche;
  • tutte le attività artigianali;
  • attività che somministrano alimenti e bevande, quali bar e ristoranti;
  • attività di servizi alla persona, che comprendono i barbieri, parrucchieri, centri estetici e tatuatori, fatta eccezione per i bagni turchi, le saune e i bagni di vapore;
  • agenzie di viaggio;
  • uffici aperti al pubblico;
  • musei, archivi e biblioteche.

Cosa si può fare dal 18 maggio nel Lazio

La Regione Lazio ha inoltre provveduto a consentire una serie di attività che fino al 18 maggio restavano vietate:

  • svolgimento di attività sportive individuali, anche all’interno dei centri sportivi, rispettando però il distanziamento tra gli atleti e attuando la sanificazione degli spazi. Resta ancora proibito l’utilizzo degli spogliatoi, piscine, palestre e zone di socializzazione;
  • l’attività nautica di diporto;
  • il pilotaggio di aerei ultraleggeri;
  • la pesca sia in acque interne come laghi e fiumi, che in mare;
  • l’allevamento e l’addestramento di animali in aree specificamente attrezzate;
  • l’apicultura;
  • la caccia selettiva di animali selvatici allo scopo di prevenire i problemi per l’incolumità pubblica.

I nuovi orari di apertura dei negozi

Per quanto riguarda gli orari di chiusura delle attività commerciali e artigianali la Regione Lazio ha fornito ai vari sindaci la facoltà di attuare delle specifiche disposizioni. In ogni caso tutte le attività dovranno necessariamente chiudere entro le 21:30, fatta esclusione per le farmacie, parafarmacie, aree di servizio, servizi di somministrazione di alimenti e bevande sul posto o da asporto.

Misurazione della temperatura corporea

Nel Lazio sarà consentita la misurazione della temperatura corporea per entrare negli uffici, nei negozi, nei musei e in altri luoghi pubblici, e verrà interdetto l’accesso nel caso in cui sia superiore ai 37,5 gradi. Per quanto riguarda i centri commerciali questa pratica è obbligatoria. Anche i gestori e i dipendenti non potranno lavorare nel caso in cui abbiano una temperatura superiore ai 37,5 gradi.

Obbligo di indossare la mascherina

All’interno delle attività commerciali sarà obbligatorio indossare sempre la mascherina, sia per i clienti che per i dipendenti. Questa misura viene imposta anche all’interno di bar e ristoranti, fatta eccezione per il momento del consumo di cibi e bevande.

Incoraggiati i pagamenti elettronici

Tutte le attività commerciali hanno la facoltà di installare degli schermi o delle barriere protettive di plexiglass nella zona della cassa. Il personale dovrà avere a disposizione il gel igienizzante per le mani e dovrà favorire le modalità di pagamento elettronico.

Spiagge e stabilimenti balneari ancora chiusi

All’interno dell’ordinanza non viene citata nessuna nuova disposizione per quanto riguarda le spiagge e gli stabilimenti balneari, che restano chiusi fino a data da destinarsi, probabilmente il 1 giugno.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO