Renault-Nissan, FT: “I giapponesi vogliono sciogliere l’alleanza”

Dopo la fuga di Ghosn, i giapponesi di Nissan avrebbero accelerato un piano segreto per abbandonare l’alleanza con Renault

Renault-Nissan, FT: “I giapponesi vogliono sciogliere l'alleanza”

L’alleanza ventennale fra Nissan e Renault sembra volgere al termine. L’unione delle due case automobilistiche è stata tenuta in piedi dal carismatico Carlos Ghosn, finito però in un brutto scandalo di illeciti finanziari. Secondo il Financial Times, ora i giapponesi avrebbero pronto un piano segreto per uscire dall’accordo.

Nissan prepara in segreto il divorzio da Renault?

Dissapori fra le due case sono emersi già l’anno scorso, quando Nissan aveva manifestato la propria contrarietà all’accordo fra Renault e Fiat Chrysler Automobiles. Un accordo promosso dallo stesso Ghosn e che - secondo l’ex CEO - proprio a causa dell’opposizione dei giapponesi era fallito. FCA si è quindi rivolta con successo a PSA.

E mentre Ghosn progettava la sua rocambolesca fuga dal Giappone, dove lo aspettava un processo, Nissan ha pianificato un altro colpo. Per il FT, infatti, dopo l’arrivo del nuovo amministratore delegato Makoto Uchida, i giapponesi “hanno accelerato un piano segreto per un possibile distacco da Renault”.

Tali piani, spiega il quotidiano, “prevedono una separazione totale”, sia per quanto riguarda l’ingegneria che per ciò che concerne la produzione. L’operazione prevede inoltre “cambiamenti nel consiglio d’amministrazione di Nissan”, argomenta il FT citando fonti anonime “a conoscenza dei fatti”.

Due manager senior avrebbero detto che l’alleanza fra Nissan e Renault, la quale - ricordiamo - mette sul mercato 10 milioni di auto l’anno, “è diventata tossica”. L’accelerazione del progetto è iniziata proprio con la fuga di Ghosn.

Renault, il ruolo del nuovo ad De Meo

La separazione di Nissan e Renault spingerebbe senz’altro le due case a cercare nuove partnership, soprattutto in un quadro in cui fioriscono nuove alleanze come, appunto, quella fra FCA e PSA e quella più leggera fra Volkswagen e Ford.

La ricerca di nuovi accordi spetterebbe, almeno per quanto riguarda la casa francese, al nuovo amministratore delegato di Renault Luca De Meo, italiano di origini pugliesi che ha da poco abbandonato lo stesso ruolo in Seat. Ex pupillo di Sergio Marchionne, De Meo ha iniziato nella stessa Renault, poi è passato a Fiat, ha lavorato in Audi e infine in Seat.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Renault

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.