Le migliori app per registrare le telefonate con Android

Redazione Tecnologia

4 Agosto 2022 - 14:31

condividi

La funzione di registrare le chiamate vocali non è nativa su Android. Per farlo è quindi possibile ricorrere a una app di terze parti, che svolga tale compito: ecco quali scaricare

Le migliori app per registrare le telefonate con Android

Esistono circostanze in cui registrare una telefonata può rivelarsi assai utile. Quando, per esempio, ci servono indicazioni e non abbiamo la possibilità di annotarcele o quando ciò che il nostro interlocutore ci sta raccontando deve essere riascoltato con calma e trascritto senza il rischio di perdersi qualcosa. La legge consente l’utilizzo di queste registrazioni, a patto che non vengano divulgate pubblicamente. In questi casi è sempre obbligatorio avvertire l’interlocutore dell’intenzione di salvare ciò che ci si sta dicendo.

La funzione di registrare le chiamate vocali non è nativa su Android. Per farlo è quindi possibile ricorrere ad app di terze parti che svolgano tale compito, memorizzando sul telefono un file audio contenente la conversazione completa. Nell’elenco che segue sono indicate le migliori app disponibili sullo store di Google. Nella maggior parte dei casi, però, le funzioni complete delle app sono disponibili soltanto sui telefoni rootati. Con l’utilizzo di apposite app è possibile ottenere i permessi di root in pochi minuti.

Importante: la guida è realizzata a titolo illustrativo, non vuole in alcun modo incentivare l’uso del registratore di chiamate per fini illeciti. Ribadiamo di nuovo, infatti, che registrare la telefonata all’insaputa dell’altra persona è un’azione configurabile come reato qualora si decida di divulgarne pubblicamente il contenuto senza il permesso dell’interlocutore.

Registratore di chiamate

Registratore di chiamate Registratore di chiamate Registratore di chiamate

Un’applicazione che può risultare molto utile per la registrazione delle conversazioni attraverso il proprio smartphone Android è «Registratore di chiamate», che è possibile scaricare sul Play Store.
Si tratta di una applicazione che registra tutte le chiamate (sia in entrata che in uscita), o solo quelle che si decide di registrare, escludendo quelle che non si intende memorizzare sul proprio dispositivo. Successivamente, è possibile riascoltare la registrazione, aggiungere note e condividerla.

«Registratore di chiamate» vanta l’integrazione con Google Drive (sulle versioni Android 3.0 e superiori) e Dropbox e consente anche di salvare e sincronizzare le chiamate nel cloud. Le chiamate registrate sono archiviate nella Inbox, ma è possibile anche cambiare la cartella di destinazione e scegliere una scheda Sd esterna. Il numero di chiamate salvate dipende unicamente dalla memoria del dispositivo.

Esistono tre impostazioni predefinite per le registrazioni automatiche:

  • «Registra tutto (predefinita)»: registra tutte le chiamate tranne quelle dei contatti che si è deciso di ignorare sempre;
  • «Ignora tutto»: non registra alcuna chiamata tranne quelle dei contatti che si è deciso che vengano sempre registrati;
  • «Ignora contatti»: registra tutte le chiamate con persone che non sono tra i propri contatti.

L’applicazione è gratuita, ma è disponibile anche la versione a pagamento che include diverse funzioni in più, come ad esempio il salvataggio automatico di alcune chiamate con contatti predefiniti.

Registra chiamate - Cube ACR

Registra chiamate - Cube ACR Registra chiamate - Cube ACR Registra chiamate - Cube ACR

Registra chiamate - Cube ACR è, forse, il registratore di chiamata tecnicamente più avanzato disponibile per i dispositivi Android e consente di registrare telefonate e VoIP. Si tratta di una app gratuita (che prevede comunque un piano Premium a pagamento), che supporta la registrazione di chiamate telefoniche, Signal, Skype 7, Skype Lite, Viber, WhatsApp, Hangouts, Facebook, WeChat, Imo, Line, Slack, Telegram 6, Plus e Messenger 6. Per scaricarla basta andare sul Play Store.

Una volta installata, l’app registra automaticamente tutte le chiamate in entrata e in uscita. L’utente, però, come già accade per altre applicazioni di registrazione, ha la possibilità di creare un elenco di persone da registrare sempre oppure un elenco di esclusione (cioè di contatti che non saranno registrati automaticamente). I file audio, così come nelle altre app, sono sempre a disposizione dell’utente per poterli riascoltare e condividere.

La versione a pagamento, che costa 1,99 euro al mese, non migliora la qualità di registrazione delle conversazioni o della loro riproduzione ma aggiunge le seguenti funzionalità (oltre a non avere pubblicità):

  • backup su cloud;
  • blocco Pin (ovvero un codice per accedere alle registrazioni);
  • più formati audio per salvare le telefonate;
  • salvataggio su scheda Sd;
  • Agita-per-Segnare, ovvero scuotere il telefono durante la registrazione delle chiamate per marcare le parti importanti di una conversazione;
  • gestione memorizzazione, ovvero eliminare automaticamente le chiamate non importanti e ignora la registrazione di chiamate brevi.

RMC: Android Call Recorder

RMC Android Call Recorder RMC Android Call Recorder RMC Android Call Recorder

La terza valida soluzione è RMC: Android Call Recorder, una nota applicazione gratuita che funziona su numerosi modelli di smartphone, anche quelli più datati/economici, ma che su alcuni device potrebbe offrire una qualità di registrazione non eccelsa. Dopo aver scaricato, installato e avviato l’app, è necessario premere il pulsante «Allow» e fare tap sulla voce «Consenti» per tre volte di seguito, in modo tale da concederle tutti i permessi necessari per funzionare al meglio.

Quindi bisogna recarsi nelle Impostazioni e premere sulla voce recording in cui compare, già selezionata, la casella “Attiva Servizio”. A quel punto l’app RMC Android Call Recorder sarà operativa. Nel caso si voglia riascoltare le chiamate effettuate, si può andare nella sezione integrata nell’app e selezionare la registrazione, dopodiché premere Play per farla partire.

Nello sfortunato caso in cui la voce dell’interlocutore presenti un volume eccessivamente basso, si può anche esportare la registrazione sul proprio computer (scovandola nella cartella RecordMyCall del telefono) ed amplificare il volume con programmi come Audacity oppure provare a selezionare Phone Call come Audio Source nel menu Tricks della app.

All Call Recorder

All Call recorder All Call recorder All Call recorder

Secondo gli addetti ai lavori, All Call Recorder è il più semplice registratore di telefonate per Android disponibile su Google Play. Può registrare tutte le tue telefonate in entrata e in uscita su quasi ogni dispositivo Android (su tutti device con sistema operativo 2.1 e successivi).

Tutti i file registrati possono essere salvati tramite servizi cloud come per esempio Dropbox, Google Drive e Sky Drive. Una volta salvati e, eventualmente, riascoltati i file possono essere facilmente condivisi ricorrendo a e-mail, Skype, qualunque archivio cloud, Facebook, Bluetooth e molti altri.

Una volta selezionata la telefonata registrata, è possibile riprodurre, eliminare o condividere le proprie registrazioni tramite il menu contestuale e tenendo premuto a lungo sul file memorizzato all’interno del proprio device.

Come detto, si tratta di una app semplice, efficace e gratuita. Anche per All Call Recorder esiste, però, una versione Deluxe, che non prevede alcun annuncio pubblicitario in app. Sul Google Play Store ha un punteggio di 3.4 da parte di oltre 55.000 utenti. Pesa solo 695K e, come detto, funziona su Android 2.1 e successivi.

Galaxy Call Recorder

Galaxy Call recorder Galaxy Call recorder Galaxy Call recorder

Come si può facilmente intuire dal nome dell’applicazione, Galaxy Call Recorder è un registratore di telefonate per Android specificamente progettato per Samsung Serie Galaxy. Quindi per tutti i possessori di un Samsung Galaxy, questa app può rivelarsi molto utile per salvare le proprie telefonate.

Galaxy Call Recorder esegue il processo di registrazione in due modi diversi: entrambi usano Android Standard API e funzionano su quasi tutti i dispositivi Samsung Galaxy, inclusi Galaxy s5, s6, Note 1, Note 5 e altri.

Diversamente, se si possiede un altro device Android, diverso da un Samsung Galaxy, l’applicazione per registrare le telefonate usa il microfono per registrare l’audio in entrata e in uscita. Sarà quindi necessario accendere gli altoparlanti per riuscire a registrare la voce da entrambi i canali.

Così come anche per numerose altre applicazioni per registrare le proprie telefonate, anche Galaxy Call Recorder permette di salvare le conversazioni su una scheda Sd. Inoltre, oltre che sul proprio smartphone, è possibile registrare le telefonate e conservare i file su servizi cloud come Dropbox e Google Drive.

Questa applicazione, che presenta una versione gratuita ma che prevede anche una serie di acquisti in app, ha oltre un milione di download sul Google Play Store. Supporta Android 2.3.3 e successivi.

Argomenti

# App

Iscriviti a Money.it