Razzi, messaggio a Berlusconi: “Da solo valgo il 2% ma Forza Italia non chiama”

Alessandro Cipolla

17/07/2020

06/07/2021 - 16:30

condividi

Antonio Razzi al Fatto Quotidiano ha dichiarato che con lui ancora in campo Forza Italia non affonderebbe: “Dei responsabili ci sarà sempre bisogno”.

In un periodo dove si parla in maniera insistente di possibili nuovi “responsabili”, questa volta provenienti da lidi centristi pronti a sostenere il governo Conte pur di non andare al voto, non poteva che essere chiamato in causa lui.

Antonio Razzi infatti, insieme a Domenico Scilipoti, è il simbolo di questa nuova forma di trasformismo, dopo che nel 2010 decise di abbandonare Italia dei Valori per salvare l’allora governo Berlusconi.

Un gesto questo che gli è valsa una nuova candidatura nel 2013 tra le fila di Forza Italia, ma alle ultime politiche dopo che è diventato una sorta di personaggio anche televisivo, memorabili sono le sue imitazioni di Crozza, è stato lasciato a casa.

Seguo alla lettera gli insegnamenti di Berlusconi di una volta. E invece ora Forza Italia è affondata - ha spiegato Antonio Razzi al Fatto Quotidiano - Un sacco di gente m’ha chiamato dicendo senatore, se lei non è candidato non voto”.

Un autentico peccato questo accantonamento, visto che secondo l’ex deputato di Forza Italia “potevo portare pure un 2% in più al partito e invece ci hanno rinunciato, ora cadranno sempre più in basso”.

Qui non chiama nessuno ed è un peccato perché se fossi eletto io non mi farei li cazzi mia, lavorerei per il Paese come ho sempre fatto - ha poi aggiunto Razzi - Dei responsabili ci sarà sempre bisogno. Fanno tutti finta di andarsene restando nel Misto poi al momento giusto aiutano il governo. A casa non ci vuole andare nessuno, alla fine faranno carte false per rimanere lì”.

Iscriviti a Money.it