Quattordicesima pensioni: ecco chi prende di più

Teresa Maddonni

12 Giugno 2021 - 09:15

condividi

Quattordicesima pensioni: manca poco all’arrivo anche per il 2021 della gratifica feriale che non sarà per tutti la stessa. Vediamo chi prende di più secondo le fasce di reddito e contributi versati che ne determinano l’importo.

Quattordicesima pensioni: ecco chi prende di più

Quattordicesima pensioni: chi prende di più? Rispondiamo a questa domanda per tutti coloro che si apprestano a ricevere la quattordicesima sulla pensione.

La quattordicesima 2021 viene riconosciuta come retribuzione aggiuntiva sullo stipendio dei lavoratori dipendenti privati e sulle pensioni come “gratifica feriale”.

La quattordicesima sulle pensioni viene pagata in estate e precisamente con l’assegno di luglio. Non tutti i pensionati tuttavia prendono la stessa cifra per la quattordicesima, e non si tratta dell’importo della pensione spettante raddoppiato. C’è chi prende di più e vediamo quanto.

Quattordicesima pensioni: chi prende di più

La quattordicesima sulle pensioni non è per tutti uguale e infatti c’è chi prende di più di altri. Prima di vedere come si calcola la quattordicesima sulle pensioni e quanto spetta, ricordiamo chi può prenderla e che ci sono dei requisiti reddituali da rispettare.

La quattordicesima sulle pensioni la prendono coloro che:

  • hanno più di 64 anni;
  • sono titolari di una pensione per la quale è prevista la quattordicesima (vecchiaia, anzianità, anticipata, inabilità e invalidità, superstiti);
  • hanno un reddito complessivo non superiore ai 10.053,81 euro;
  • hanno reddito complessivo personale annuo tra 10.053,81 euro e 13.405,08 euro lordi (1.031,16 euro mensili lordi).

Per ogni limite di reddito e contributi versati esiste un importo di quattordicesima sulla pensione corrispondente. Nel dettaglio per reddito annuo fino a 10.053,81 euro lordi gli importi sono divisi in fasce:

  • Fascia I: 437 euro fino a 15 anni di contribuzione se dipendenti, 18 anni per gli autonomi;
  • Fascia II: 546 euro dai 15 ai 25 anni di contribuzione se dipendenti, dai 18 ai 28 anni per gli autonomi;
  • Fascia III: 655 euro, oltre i 25 anni di contribuzione per i dipendenti, oltre i 28 per gli autonomi.

Per reddito annuo tra 10.053,81 euro e 1.3405,08 euro lordi gli importi sono:

  • Fascia I: 336 euro, fino a 15 anni di contribuzione se dipendenti, 18 anni per gli autonomi;
  • Fascia II: 420 euro, dai 15 ai 25 anni di contribuzione se dipendenti, dai 18 ai 28 anni per gli autonomi;
  • Fascia III: 504 euro, oltre i 25 anni di contribuzione per i dipendenti, oltre i 28 per gli autonomi.

L’importo della quattordicesima dei pensionati quindi varia in base ai contributi versati e all’ammontare della pensione. Prendono di più di quattordicesima le pensioni più basse e di coloro che hanno versato più contributi.

L’ammontare del reddito annuo complessivo da non superare per la quattordicesima, lo ricordiamo, è sempre al lordo e non comprende la pensione o reddito del coniuge.

Quattordicesima pensioni pagata a luglio

Ricordiamo che la quattordicesima sulle pensioni viene pagata a luglio. Come la “gratifica natalizia”, vale a dire la tredicesima riconosciuta per Natale, la quattordicesima è la “gratifica feriale” pagata in estate per le vacanze estive a dipendenti e pensionati.

La quattordicesima sulle pensioni viene pagata a luglio nel primo giorno bancabile del mese che nel 2021 è giovedì 1°. Ma la quattordicesima sulle pensioni non arriva per tutti il 1° luglio secondo il calendario INPS; grazie alle norme contro il Covid infatti, il pagamento avviene in anticipo a giugno per coloro che ritirano la pensione in contanti.

La quattordicesima sulle pensioni al di sotto dei 1.000 euro verrà pagata in contanti a partire dal 25 giugno.

Argomenti

# INPS

Iscriviti a Money.it