Quanto guadagna (veramente) Mino Raiola? Il Fisco vuole vederci chiaro

Secondo Il Fatto Quotidiano il Fisco olandese starebbe indagando sulle attività di Mino Raiola. Ma quanto guadagna il potente procuratore calcistico?

Quanto guadagna (veramente) Mino Raiola? Il Fisco vuole vederci chiaro

Da quando i procuratori calcistici hanno conquistato sempre più potere e visibilità, la figura imponente sotto tutti i punti di vista di Mino Raiola spesso è stata oggetto di critiche visti i modi con cui porta a termine le sue trattative.

Da sempre quindi ci si interroga su quanto possa aver guadagnato Raiola viste le alte commissioni incassate negli ultimi anni. Una domanda questa che ora si è posta anche il Fisco olandese, che sta effettuando alcuni accertamenti sulle operazioni del procuratore.

Quanto guadagna Mino Raiola?

Nel mondo del calcio sempre con più frequenza ci si sta interrogando sul limitare il potere dei procuratori. Senza scomodare i grandi nomi del settore come Mendes o appunto Raiola, anche quelli che agiscono gestendo giocatori non di primo piano possono influenzare spesso le scelte di una società.

Soprattutto quando oltre che calciatori nella propria scuderia si curano anche gli interessi di allenatori, spesso si vengono a creare dei circoli viziosi con aspetti anche illeciti come dimostrato in Italia dall’inchiesta di Calciopoli.

Questo perché con il tempo i procuratori hanno raggiunto la forza di poter imporre a un club l’acquisto di un ragazzo invece che di un altro, diventando così sempre più spregiudicati nel loro lavoro.

Assieme al potere sono aumentati di conseguenza anche i guadagni. Un procuratore di norma incassa una parte dell’ingaggio del proprio assistito, ma negli ultimi tempi aumentano sempre più delle apposite commissioni inserite nei contratti.

Tra gli agenti più famosi e influenti c’è sicuramente Mino Raiola. Nella sua scuderia ci sono campioni come Zlatan Ibrahimovic, Paul Pobga, Mario Balotelli, Romelu Lukaku, Henrikh Mkhitarian e Blaise Matuidi, ma anche grandi promesse come Gigio Donnarumma e Moise Kean.

Tanti trasferimenti miliardari che, a settembre del 2017, hanno movimentato uno spostamento in totale di 437 milioni. Di questa cifra monstre che potrebbe rappresentare l’entità di una manovra Finanziaria di un piccolo paese, nelle tasche di Raiola sono finiti la bellezza di 43 milioni.

L’indagine del Fisco

Le ricche commissioni incassate da Raiola in questi anni hanno spesso conquistati i titoli dei giornali ma, nell’ultimo periodo, hanno attirato anche le attenzioni del Fisco olandese che, secondo Il Fatto Quotidiano, starebbe facendo degli accertamenti per capire se i pagamenti ricevuti siano rispettosi dal punto di vista fiscale della tipologia di lavoro realmente svolto.

Le indagini degli inquirenti di Amsterdam riguarderebbero l’operato del procuratore di origini italiane nel quadriennio 2014-2017. Sotto osservazione comunque ci sarebbero le operazioni effettuate anche da altri agenti.

Mino Raiola è nato in Italia ma è cresciuto in Olanda dove si è trasferito all’età di un anno. La sua attuale residenza fiscale è però nel Principato di Monaco, con il procuratore che quindi si è dichiarato poco preoccupato dalla vicenda visto che in patria non avrebbe alcuna società.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Stipendio

Argomenti:

Stipendio Calcio

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.