Quando e come riaprono le discoteche

Luna Luciano

7 Febbraio 2022 - 19:33

condividi

L’Italia si avvia verso un ritorno alla normalità. Con l’addio alle mascherine all’aperto in zona bianca, da venerdì 11 febbraio riaprono anche le discoteche: ecco quali sono le regole.

Quando e come riaprono le discoteche

Torneranno ad aprire anche le discoteche in Italia, i gestori possono finalmente tirare un sospiro di sollievo, anche se con difficoltà a causa dei danni economici in questi due anni. Una buona notizia non solo per il settore ma anche per l’intero Paese. La riapertura delle discoteche infatti è un segnale evidente di un tentativo di ritorno alla normalità.

Il piano del Governo Draghi è proprio quello di un progressivo ma controllato allentamento delle norme anti-Covid. Si riparte quindi dall’11 febbraio con l’addio all’obbligo delle mascherine all’aperto in zona bianca e con la riapertura delle attività del settore. Ma come riapriranno le discoteche, quali saranno le regole? Ecco tutto quello che c’è da sapere.

L’Italia verso un allentamento delle restrizioni: quando riaprono le discoteche?

Ritorneranno le serate e gli eventi in discoteca. Il via libera è giunto dal Consiglio dei ministri del 2 febbraio, che ha pianificato un progressivo allentamento delle misure di sicurezza anti-Covid, controllando però costantemente l’andamento della curva epidemiologica. In Italia ormai da settimane si conferma il trend che vede diminuire i nuovi casi positivi al Covid. Se la situazione dovesse continuare a essere questa il Governo potrebbe procedere serenamente e in maniera spedita verso l’allentamento delle norme.

Dopo quindi lo stop per le feste natalizie, arriva una buona notizia per gli operatori del settore: le discoteche potranno riaprire, ma con le dovute precauzioni. Naturalmente la riapertura sarà gestita in base alla diffusione del virus all’interno delle singole Regioni. Sarà quindi consentito riaprire le attività in zona bianca, gialla e arancione, mentre molto probabilmente i locali resteranno chiusi in zona rossa.

La riapertura delle discoteche segna quindi la “nuova fase per il Paese”. L’Italia infatti si avvia ormai a un ritorno alla normalità, come confermato dal coordinatore del CTS Franco Locatelli. Una delle date decisive sarà sicuramente la scadenza dello stato di emergenza il prossimo 31 marzo. Infatti se non sarà prorogato, il Governo dovrà rivedere le norme di sicurezza. Quasi sicuramente ad esempio il green pass sarà mantenuto fino all’estate.

Se i casi non dovessero tornare ad aumentare, nonostante il dilagare della variante Omicron, da venerdì 11 febbraio si potrà quindi tornare a ballare nelle discoteche di tutta Italia.

Riapertura discoteche: i gestori e il grave danno al settore

Uno dei settori più penalizzato dall’inizio della pandemia. Le discoteche e i locali sono da sempre simbolo dello stato di salute del Paese. Infatti queste attività sono sempre state considerate le più a rischio, a causa dell’affollamento inevitabile mentre si balla.

I gestori non hanno potuto non lamentare i forti danni economici subiti dalle chiusure, come ha denunciato poi Antonio Flamini, vicepresidente della Silb, l’Associazione italiana imprese d’intrattenimento da ballo e di spettacolo: “Dall’inizio della pandemia, in due anni abbiamo avuto due piccole finestre di aperture: siamo stati aperti, e non tutti i locali, circa tre mesi in due anni”. Dal 2020 infatti circa il 30% delle attività non ha più riaperto, chiuse definitivamente perché non sono riuscite a sopravvivere alla pandemia.

Come riapriranno le discoteche? Ecco le regole in sintesi

Dall’11 febbraio i gestori delle discoteche potranno finalmente rialzare le serrande delle proprie attività, ma con le dovute precauzione. Infatti potranno accedere ai locali solo coloro che saranno in possesso del green pass rafforzato, ovvero il certificato previsto per la terza dose o per la guarigione dal Covid. Inoltre per accedere ai locali sarà necessario indossare i dispositivi di protezione. Le mascherine potranno essere tolte solo una volta raggiunta la pista da ballo.

Come per molte altre attività gli accessi saranno contingentati e la capienza ammessa sarà solo al 50% al chiuso e al 75% all’aperto. Inoltre bisogna tener conto delle regole valide a seconda della zona, quindi:

  • in zona bianca le discoteche riaprono l’11 febbraio, se non si è in pista, mascherina obbligatoria al chiuso, invece non sarà prevista all’aperto.
  • in zona gialla e arancione – le discoteche riapriranno l’11 febbraio, con obbligo di mascherina all’aperto e al chiuso (quando non si è in pista da ballo).
  • in zona rossa invece le discoteche rimarranno chiuse.

Sono queste per adesso le regole previste per la riapertura delle discoteche, a meno che il governo non decida diversamente nelle prossime settimane, come se riaprire o no anche in zona rossa. Non resta che aspettare fino a venerdì.

Iscriviti a Money.it