Quando e come chiedere un aumento di stipendio?

Quando e come chiedere un aumento di stipendio? Tutti i consigli per non sbagliare, grazie anche al contributo di un Director di Michael Page.

Quando e come chiedere un aumento di stipendio? E’ una domanda che in molti si fanno, anche se in tempo di crisi molti rispondono semplicemente: «Per fortuna ho un lavoro».

E’ vero, con la disoccupazione al 13% coloro che hanno un’occupazione devono ritenersi più che soddisfatti, ma avere delle ambizioni o delle aspettative è cosa lecita e, soprattutto, da non giudicare. Far prevalere la logica dello status quo, «ho un lavoro, non sono molto soddisfatto, ma che voglio di più» (magari cercarne un altro?), non è sempre un bene. E’ giusto scegliere, crearsi alternative, provare a cambiare e migliorare. Sempre.

In quest’ottica si inserisce l’argomento di cui parliamo oggi. Si tratta di una questione molto delicata a cui dobbiamo rivolgerci mostrando sicuramente un approccio realista e consapevole, il che presuppone anche una buona conoscenza delle politiche aziendali e della situazione finanziaria (che andamento sta avendo la mia azienda? E’ in crescita oppure no?).

Se voglio un aumento è essenzialmente per due motivi:

  • ho bisogno di una maggiore entrata economica;
  • credo di fare bene il mio lavoro e di non essere pagato abbastanza (ma so effettivamente quanto vengono pagate altre persone per mansioni analoghe alle mie in altre aziende e ho già chiesto un feedback circa il mio operato?).

Quali sono le prime mosse da fare?

  • pensare a come motivare la mia richiesta (attenzione all’aspetto motivazione, se farete troppo leva solo sull’aspetto economico, e non avete eventuali proposte da parte di altre aziende, potrete pregiudicare la vostra carriera futura). Dovete presentarvi con due assi nella manica:
    - condurre la trattativa con un forte potere contrattuale (per esempio parlate del vostro contributo al fatturato aziendale e se il vostro capo ama i numeri non esitate a parlare in questi termini);
    - preparare un exit strategy, ovvero un piano B in caso di rifiuto (potreste chiedere ad esempio un corso di aggiornamento o comunque un investimento nella vostra formazione) e non dare un «aut aut» che potrebbe solo danneggiare voi stessi;
  • trovare il momento giusto.

Se la risposta sarà quella che vi aspettate, «C’è la crisi», non arrendetevi e siate comunque convinti di una cosa: meglio comunicare le proprie esigenze che tacere.

Quando e come chiedere un aumento di stipendio?

Essendo una domanda difficile e delicata, abbiamo deciso di aiutarvi con il contributo di un esperto. Nel video seguente a «Sportello Lavoro» Filippo Maggi Director di Michael Page vi darà utili consigli per cercare di avere un aumento di stipendio, che va richiesto a fine anno (quando l’azienda prepara il budget per l’anno successivo) e quando si cambia lavoro, ovvero:

  • si cambia ruolo nell’azienda;
  • si sta decidendo se cambiare azienda.

Ma a chi chiedere l’aumento?

  • al proprio responsabile diretto (che va sempre informato per il «rispetto delle gerarchie»);
  • al responsabile delle Risorse Umane.

Tra i consigli di Maggi vogliamo sottolinearne due:

  • essere sempre propositivi e aperti a negoziare;
  • formalizzare l’eventuale accordo raggiunto.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories