Quale foto scegliere per il curriculum?

Scegliere la foto per il proprio curriculum è molto importante perché contribuisce a dare una prima impressione di sé al datore di lavoro. Ci sono molti fattori da considerare quando si sceglie l’immagine ma il criterio principale è la naturalezza.

Quale foto scegliere per il curriculum?

Scegliere la giusta foto per il proprio curriculum vitae potrebbe sembrare una questione di secondo piano ma non è affatto così: la prima impressione può davvero contribuire a fare la differenza.

Innanzitutto è fondamentale inserirla: è bene precisarlo perché è un elemento che da alcuni viene del tutto tralasciato. Nella presentazione iniziale tutto ha un valore e bisogna curare anche i dettagli; in questo caso ci sono diversi fattori da tenere in considerazione quando si sceglie una foto tra i quali il formato, l’inquadratura, l’espressione del volto, il contesto, la qualità dell’immagine, la naturalezza.

Tutto questo costa poco e contribuisce notevolmente a raggiungere il nostro obiettivo lavorativo.

Importanza della foto

Dopo aver capito come scrivere un curriculum vitae è importante inserire la foto a corredo dello stesso. Cerchiamo di capire quali sono gli scopi che ci si prefissa di raggiungere inserendo una foto sul curriculum. In realtà è possibile ricondurre i motivi principali dell’inserimento dell’immagine a 3:

  • farsi ricordare dal recruiter o datore di lavoro dando un volto al nome;
  • supportare l’impatto emotivo, complementare a quello razionale delle informazioni inserite;
  • trasmettere valori, attributi e tratti di personalità positivi come precisione, affidabilità, serietà, professionalità, cura di sé, precisione, solarità, bella presenza.

L’ideale è inserire una foto in abiti consoni al lavoro o magari rappresentativa della propria professione e non apparire mai sciatti o improvvisati.

Formato

La prima cosa da decidere è il formato: la foto deve raffigurare il primo piano del proprio viso, il collo e una parte delle spalle come se fosse una fototessera da applicare su un documento. Ma attenzione a non inserire una vera e propria fototessera perché di solito le foto scattate in questa modalità vengono digitalizzate tramite uno scanner e poi messe sul CV e risentono del flash e di una cattiva illuminazione: il risultato è veramente poco piacevole alla vista.

Non andranno prese in considerazione le foto per intero o al contrario quelle eccessivamente ravvicinate. Si consiglia comunque di fare una foto per l’occasione e di non ritagliarne una scattata in precedenza: questo potrebbe apparire sintomo di scarso impegno e poca considerazione. Va precisato che ovviamente non deve trattarsi di un selfie ma di una vera e propria foto.

Espressione

Importante è poi scegliere l’espressione e la posa giuste da assumere al momento dello scatto. Da evitare assolutamente labbra a cuoricino, sguardo distratto o diretto altrove, espressione spiritosa o troppo seria: bisogna cercare di apparire professionali, né tristi né divertiti.

Un leggero sorriso delle labbra che però non mostri la dentatura può andar bene; la posizione del corpo poi deve essere elegante e eretta con la schiena dritta e il viso centrale diretto verso l’obiettivo o anche lievemente di profilo.

Come vestirsi?

Bisogna poi scegliere un abbigliamento adatto all’occasione proprio come se stessimo andando a un colloquio di lavoro. Non bisogna quindi indossare abiti eccessivamente eleganti o poco seri. Per le donne è consigliabile essere truccate ma sempre in modo sobrio cercando di dare risalto al viso e agli occhi: da evitare assolutamente brillantini. Indossare degli orecchini può dare un tocco di luce al viso ma la regola resta sempre quella della semplicità.

Gli uomini invece potranno indossare camicia e giacca e nel caso abbiano la barba non è necessario tagliarla ma sempre tenerla curata. La cravatta potrebbe essere eccessiva ma se ci si candida per lavorare in aziende dove è richiesto un abbigliamento simile va bene, anzi è vivamente consigliata.

Altri dettagli

Ci sono poi altri piccoli dettagli a cui fare attenzione quando si sceglie la foto. È consigliabile ad esempio non modificare la foto con effetti o ritocchi che la rendano innaturale: il risultato deve essere il più veritiero possibile e non si deve dare l’impressione di essere costruiti.

La scelta dello sfondo della foto è un altro elemento importante. Dovrà essere rigorosamente neutro: il cielo o una parete bianca, non si può sicuramente presentare una foto scattata evidentemente in bagno o in un locale.

La risoluzione dell’immagine dovrà essere alta: la foto non deve essere sfocata, pixelata e evidentemente scattata con un cellulare di bassa qualità o con la luce sbagliata.

Infine bisogna fare attenzione a inserire nel curriculum una foto recente e rappresentativa di come si è al momento dell’invio. L’immagine di sé serve infatti anche a rendersi riconoscibili dal datore di lavoro al momento di un eventuale colloquio. Quindi nel caso in cui intervengano cambiamenti evidenti è bene aggiornare il cv con una foto realistica.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su CV Europass

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.