Il programma di Beppe Sala per le elezioni Milano 2021

Alessandro Cipolla

08/07/2021

08/07/2021 - 16:10

condividi

Beppe Sala sarà di nuovo in campo alle elezioni amministrative Milano 2021: ecco il programma elettorale del sindaco uscente di centrosinistra alla ricerca di un secondo mandato.

Il programma di Beppe Sala per le elezioni Milano 2021

È già da tempo in campagna elettorale Beppe Sala in vista delle elezioni amministrative a Milano. Dopo un periodo di riflessione, l’attuale sindaco lo scorso dicembre ha ufficializzato la sua volontà di correre per un mandato bis.

Il primo cittadino ha così costruito un’ampia coalizione di centrosinistra a suo sostegno. Oltre al Partito Democratico, ai Verdi e a Volt, con lui ci saranno anche le liste civiche Beppe Sala Sindaco, Milano in Salute, Milano Unita e i Riformisti.

A lungo si è parlato di una possibile apertura al Movimento 5 Stelle, ma al momento nessun accordo è stato siglato con i pentastellati che comunque potrebbero essere decisivi in caso di ballottaggio con Luca Bernardo, il candidato sindaco del centrodestra.

Ma qual è il programma di Beppe Sala per le elezioni amministrative Milano 2021? Vediamo quali sono le principali proposte per la città meneghina da parte del primo cittadino in carica.

Elezioni Milano: il programma di Beppe Sala

Dopo la vittoria al ballottaggio del 2016, Beppe Sala nell’ultima parte del suo mandato da sindaco di Milano ha dovuto affrontare in prima linea l’emergenza Covid che, come tristemente noto, ha flagellato la Lombardia.

In una sorta di svolta “green”, di recente il primo cittadino molto si è avvicinato alle posizioni ambientaliste, tanto da aver aderito lo scorso marzo ai Verdi Europei.

Il tema della sostenibilità di conseguenza è una delle cinque macro-aree tematiche individuate dalle Idee per Milano, una sorta di programma elettorale pubblicato sul sito personale di Beppe Sala.

Sostenibilità

Per proseguire in questo cammino verso una piena sostenibilità ambientale a Milano, il fulcro della proposta del sindaco è il Piano Aria Clima che “tra le principali azioni prevede oltre alla realizzazione del 55% di chilometri in più rispetto a oggi di metropolitana e metrotranvie entro il 2030” anche il raggiungimento del “75% di raccolta differenziata nel 2028”.

Il Piano prevede anche “l’efficientamento energetico per gli edifici di edilizia scolastica e per quelli di edilizia popolare comunale”, oltre a una serie di interventi di “manutenzione per ridurre le spese degli inquilini”.

Altro obiettivo è il contenimento del numero delle auto in circolazione, puntando sul trasporto pubblico e sull’uso di “biciclette (normali o a pedalata assistita) e scooter elettrici, sia privati sia in sharing, ma anche di monopattini elettrici”.

Servizi

La Città in 15 Minuti è invece la parte del programma di Beppe Sala riguardante i servizi essenziali: scuola, farmacia, supermercato, uffici pubblici, impianti sportivi e verde.

Questi servizi devono essere “raggiungibili a piedi o in bicicletta percorrendo un tragitto di un quarto d’ora”. Un modo questo anche per sostenere l’economia dei quartieri.

Digitalizzazione

Per Sala “sostenibilità e digitalizzazione sono due aspetti che vanno di pari passo nella trasformazione di Milano”, con l’obiettivo che è quello di rendere la città una vera Smart Citymigliorando la vita dei cittadini”.

La prima mission di conseguenza è quella di “investire nelle infrastrutture digitali e attivarsi per dotare di buone connessioni il territorio cittadino e cercare di portare materialmente dispositivi (Pc, tablet, smartphone) nelle abitazioni, nelle scuole e nelle famiglie degli studenti, quando mancano le disponibilità”.

Un progetto questo di Smart City che però non riguarderebbe soltanto il settore della comunicazione e della tecnologia, ma anche gli ambiti del trasporto pubblico, dello smaltimento dei rifiuti, dell’illuminazione, del riscaldamento degli edifici e dell’approvvigionamento idrico.

Edilizia popolare

In ottica Recovery Fund, Beppe Sala vorrebbe attingere a parte di questi fondi per “interventi infrastrutturali di ammodernamento sotto il profilo architettonico ed energetico” delle case popolari.

Lo scopo così è quello di rigenerare questi edifici “attraverso ad esempio la costruzione di ascensori o la loro sistemazione, la creazione di cortili, l’eliminazione di amianto”.

Lavoro

L’ultima grande area tematica del programma di Beppe Sala per le elezioni 2021 è quella del lavoro, che “è la cifra distintiva della nostra città”. La pandemia però ha messo sotto stress il tessuto economico cittadino.

Oltre all’azione di sostegnoai commercianti, ai negozianti, ai ristoratori, a chi lavora nell’ambito della cultura e degli eventi”, spazio anche agli investimentinei nuovi settori del vivere (ad esempio trasporti, energia, reti digitali, costruzioni ecologiche)”.

Iscriviti a Money.it